05/05/2020

Cronaca

Teknoservice, l’azienda scende in campo in Canavese per sanificare i luoghi di lavoro

CONDIVIDI

Con l’avvio della Fase 2 dell’emergenza Coronavirus la maggior parte delle attività produttive può riaprire, ma i negozi dovranno attendere il 18 maggio, mentre parrucchieri ed estetisti l’inizio di giugno. E’ obbligatorio però sanificare gli ambienti, nel rispetto del D.L.82/94 e del D.M.274/97, sia per le aziende che per i condomini e le attività commerciali in genere. E’ dunque necessario avvalersi di imprese specializzate, in possesso dei requisiti tecnici richiesti dalla legge e quindi in grado di rilasciare le certificazioni degli interventi eseguiti.

“La nostra azienda – spiega Alberto Garbarini, direttore generale di Teknoservice Italia – effettua regolarmente attività di sanificazione anti-microbica, virucida e battericida nel rispetto delle disposizioni del Dpcm dell’11 marzo 2020, delle misure preventive anti-contagio Covid-19 e della circolare del Ministero della Salute N. 5443 del 22 febbraio 2020, nonché del documento tecnico dell’Inail sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro. Scendiamo in campo per affiancare tutte le realtà produttive nelle attività di tutela ambientale e nella prevenzione del Covid-19. L’attività di sanificazione è effettuata con l’uso di prodotti autorizzati dall’Istituto Superiore della Sanità, nonché tramite l’ozono, attraverso tecnologie sofisticate. E’ attivo il numero verde 800/615622, con il quale è possibile richiedere un sopralluogo tecnico per avere i necessari ragguagli operativi sugli interventi di sanificazione da attuare”.

L’ozono è riconosciuto dal Ministero della Sanità (Prot. N. 24482 del 31 luglio 1996) quale presidio naturale per la sterilizzazione degli ambienti contaminati da batteri, virus, spore ed infestanti. Il suo utilizzo inattiva la carica batterica e virulenta dei micro-organismi, oltre a debellare muffe, germi e acari dannosi per la salute. La sua efficacia arriva al 99,9% e non lascia residui negli ambienti. L’ozono raggiunge tutte le superfici, anche le più nascoste, per una sanificazione completa dei locali, che possono tornare ad essere fruibili già dopo due ore.

Il Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, (il cosiddetto “Cura Italia”), introduce il credito d’imposta in misura pari al 50% delle spese effettuate per la sanificazione, con un limite massimo di 20mila euro per ciascun soggetto richiedente.

02/02/2023 

Cronaca

Record a Rivarolo: sono cinque le ultracentenarie ospiti della “Casa di riposo San Francesco”

Record a Rivarolo: sono cinque le ultracentenarie ospiti della “Casa di riposo San Francesco” Sono cinque […]

leggi tutto...

02/02/2023 

Cronaca

Mobilità sostenibile, Città metropolitana di Torino incontra i membri dell’Osservatorio Torino-Ceres

Mobilità sostenibile, Città metropolitana di Torino incontra i membri dell’Osservatorio Torino-Ceres La ferrovia Torino-Ceres costituisce un […]

leggi tutto...

02/02/2023 

Cronaca

Valperga, la vicesindaca Paola Vallero si dimette: il sindaco Sandretto procede al rimpasto di giunta

  Rimpasto in seno alla giunta comunale del comune di Valperga: il vicesindaco Paola Vallero ha […]

leggi tutto...

02/02/2023 

Cultura

Chivasso: a Palazzo Einaudi la mostra fotografica “Attraverso l’immagine. noi siamo, io sono”

Chivasso: a Palazzo Einaudi la mostra fotografica “Attraverso l’immagine. noi siamo, io sono” Sabato 4 febbraio, […]

leggi tutto...

02/02/2023 

Cronaca

Poste sceglie Balme come comune testimonial della rivoluzione dei servizi al cittadino

C’era tanto Canavese lunedì 30 gennaio al Centro Congressi La Nuvola a Roma, dove è stato […]

leggi tutto...

02/02/2023 

Cronaca

Previsioni meteo: domani, venerdì 3 febbraio, tempo asciutto e cieli soleggiati. Nebbia al mattino

Queste le previsioni del tempo per domani, venerdì 3 febbraio, elaborate dal centrometeoitaliano.it AL NORD Tempo […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy