24/04/2024

Sanità

Al via il servizio dell’Infermiere di famiglia e dell’Ostetrica di continuità nelle Valli di Lanzo

Valli di Lanzo

/
CONDIVIDI

Le Valli di Lanzo si apprestano a inaugurare un innovativo servizio sanitario che promette di rivoluzionare l’assistenza domiciliare: l’Infermiere di famiglia e di comunità (IFeC) e l’Ostetrica di continuità. Questo progetto, che si inserisce nella più ampia “Strategia Aree Interne per le Valli di Lanzo”, è il frutto di una collaborazione tra l’Asl T04, l’Unione Montana di Comuni delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone e l’Unione Montana Alpi Graie. A partire dal mese di maggio, i cittadini potranno beneficiare di questo servizio, che avrà le sue prime sedi operative nei Presidi della Salute di Ceres, Pessinetto e Viù, con ulteriori aperture previste al termine di una fase sperimentale.

Questo servizio si aggiunge al Punto Pediatrico Aree Interne, attivo dallo scorso novembre, che ha già significativamente migliorato l’assistenza pediatrica nelle valli, garantendo una maggiore continuità delle cure e riducendo gli accessi impropri al Pronto Soccorso. L’IFeC e l’Ostetrica di continuità opereranno in stretto contatto con la popolazione, offrendo assistenza domiciliare mirata a categorie vulnerabili quali anziani, donne in gravidanza, in menopausa e neomamme con i loro bambini. Queste figure professionali, attraverso un approccio olistico e con particolare attenzione alla prossimità, si prefiggono di:
– Promuovere la continuità delle cure tra ospedale e territorio, assicurando un passaggio fluido e coordinato delle informazioni sanitarie.
– Sostenere la salute comunitaria integrando le cure mediche con le esigenze sanitarie, sociali ed educative delle famiglie, anche attraverso iniziative educative rivolte all’intera popolazione.
– Anticipare la presa in carico dei bisogni sanitari non ancora espressi, con un focus particolare sulla prevenzione.
– Attivare una rete di supporto formale e informale per l’individuo e, se necessario, per l’intero nucleo familiare, lavorando in sinergia con le associazioni di volontariato locali.

L’obiettivo è quello di creare un sistema sanitario più inclusivo e accessibile, che possa rispondere tempestivamente alle esigenze dei cittadini, migliorando la qualità della vita e la sicurezza sanitaria nelle Valli di Lanzo.

19/05/2024 

Cronaca

Chivasso: paura tra i residenti delle case popolari. Pensionata seguita in casa e derubata

Chivasso, un furto che desta preoccupazione: una pensionata è stata seguita fino all’interno del suo domicilio […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Politica

Pont torna alle urne dopo il commissariamento. In campo Bonatto, Riva e Coppo

Pont Canavese si prepara a vivere una nuova fase politica dopo il commissariamento che ha fatto […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Cronaca

Rivarolo Canavese: Alberto Focilla, per 12 anni dirigente dell’Ado Moro, lascia e va in pensione

Alberto Focilla, il dirigente scolastico dell’Istituto Aldo Moro di Rivarolo, si appresta a concludere un capitolo […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Politica

Elezioni a Rivarolo Canavese: serrata sfida a tre per amministrare il comune per i prossimi 5 anni

Rivarolo Canavese si prepara a una delle sfide elettorali più significative della sua storia amministrativa recente. […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Cronaca

Rivarolo: acquistano un’auto on line da un concessionario, ma rimangono vittime di una truffa

Un’indagine approfondita è stata avviata dai carabinieri di Rivarolo Canavese e dalla polizia postale in seguito […]

leggi tutto...

18/05/2024 

Cronaca

Pertusio: ciclista di Feletto cade dalla bicicletta. Un giovane finisce in codice rosso al Cto di Torino

Un incidente che ha tenuto con il fiato sospeso la comunità di Pertusio si è verificato […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy