27/01/2019

Eventi

Rivarolo Canavese: grazie ai “Credendari del Cerro” il castello Malgrà torna agli splendori del Medioevo

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

E’ stata denominata “Chiamata alle armi: Artigiani in concorso alla Corte dei Savoia” l’iniziativa varata dall’associazione “Credendari del Cerro” che avrà come location ideale il suggestivo castello di Malgrà di Rivarolo Canavese. L’evento, va detto, rientra nel più vasto progetto “Chiamata alle Arti” nato dal desiderio dei soci di riproporre un concorso d’arte e mestieri medievali focalizzato all’interno di un contesto storico quanto più fedele ed accurato possibile, che rispecchi quello che poteva essere un borgo Sabaudo di fine ‘300, vissuto ed animato da una società operativa, specializzata e variegata in ogni suo aspetto e ceto sociale.

L’intenzione degli organizzatori di “Chiamata alle Arti: Artigiani in concorso alla Corte dei Savoia” è quello di finanziare il progetto tramite la raccolta fondi digitale, il crowdfunding appunto: l’obiettivo sarà quello di raccogliere una cifra di 3 mila euro finalizzata ad istituire tre borse di studio da porre in palio per gli artigiani che riusciranno a presentare il Capodopera più interessante al nostro concorso d’arte ed antichi mestieri a Settembre 2019.

Lunedi 28 Febbraio 2019 prenderà inizio sul sito www.eppela.com , la piattaforma numero 1 in Italia per il crowdfunding. Il concorso sarà dedicato alle associazioni ed alle personalità artistiche singole, operanti nel settore nazionale della Rievocazione Storica. I partecipanti al concorso saranno la rappresentanza di una bottega della propria arte, ciascuna proveniente da un proprio Comune e rappresentante una Signoria Italica del XIV secolo.

Dovranno essere le botteghe a occuparsi di allestire all’interno dell’incantevole cornice del Castello Malgrà di Rivarolo Canavese il 21 e 22 Settembre 2019 un’area di lavoro di circa 12 metri quadrati, ove ambientare la propria bottega e proporre una o più lavorazioni in loco, riconosciute genericamente come “Capodopera”. Ogni bottega potrà essere composta da una squadra formata da 1 fino ad un massimo di 5 personaggi: un magistero d’arte, un collaboratore o socio, un salariato ed un apprendista, assieme ad un araldo di rappresentanza.

A decretare il vincitore sarà presente una giuria, il Consiglio di Credenza, formato da tecnici di mestiere qualificati, competenti ciascuno in una propria arte (arte lignaria, del ferro, della ceramica, del tessile, della pergamena, del cuoio e pellami) , che secondo criteri di valutazione prestabiliti, daranno un punteggio matematico ad ogni bottega concorrente. L’iniziativa si rivolge alle associazioni regolarmente riconosciute ed alle singole persone fisiche operanti nel settore della rievocazione storica, che ricostruiscano un arco di tempo compreso tra il XIV e del XV secolo, con particolare riferimento di attenzione tra gli anni 1370 e 1420.

Il concorso sarà caratterizzato da un tema centrale, sulla base del quale ogni squadra concorrente dovrà provvedere a sviluppare il proprio lavoro.

I RICONOSCIMENTI IN PALIO

Le prime tre botteghe d’arte che sapranno distinguersi ottenendo il maggior punteggio stabilito dal Consiglio di Credenza, si aggiudicheranno il seguente titolo, rappresentato ciascuno dall’allegoria di una virtù:
1° Classificato:
“FABER EST SUAE QUISQUE FORTUNAE-FORTITUDO”.
2° Classificato
“ARBITER ELEGANTIARUM-MAGNANIMITAS”.
3° Classificato
“LAUDATOR TEMPORIS ACTIS-IUSTITIA”.
A decretare una seconda categoria vincitrice sarà invece il volere della “giuria popolare”, rappresentato appunto dal grado di preferenza riscosso tra il pubblico spettatore.
Ogni visitatore verrà dotato all’ingresso del parco di un apposito tagliando per esprimere la propria preferenza.
Premio giuria popolare
“VOX POPULI VOX DEI – CONCORDIA”.

06/12/2022 

Sport

San Francesco al Campo: via al Turin International Cyclocross. Gran finale di stagione al Velodromo

Sarà una fine anno davvero speciale per lo sport tra Torinese e Canavese. Ieri sera, al […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Politica

Pronto soccorso di Cuorgnè, il consigliere regionale Avetta (Pd): “Icardi non lo riaprirà più”

Il consigliere regionale Alberto Avetta (Pd) non ha dubbi ed esprime chiaramente la sua opinione:  a […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Cronaca

Pont Canavese: una frana si stacca dal fianco della montagna. Danneggiati la chiesa e un’auto

I massi si sono staccati all’improvviso dal fianco della montagna e la frana ha investito la […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Cronaca

Vidracco: il vicesindaco Metropolitano ai sindaci della Valle: “Nel 2023 i lavori sulla provinciale 61”

Sopralluogo ieri mattina lunedì 5 dicembre in ValChiusella per il vicesindaco della Città metropolitana di Torino […]

leggi tutto...

06/12/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: in arrivo un’ondata di maltempo per il ponte dell’Immacolata

Queste le previsioni del tempo per domani, mercoledì 7 dicembre, elaborate dal centrometeoitaliano.it: AL NORD Al […]

leggi tutto...

05/12/2022 

Eventi

San Giorgio Canavese: un albero in vetro di Murano, per il Natale delle “Tre Terre Canavesane”

A chiusura di un anno, il 2022, intenso e pieno di eventi e di momenti da […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy