10/09/2018

Cronaca

Cuorgnè: i falsi tecnici Enel viaggiano su una 500 grigia. Il sindaco avverte i cittadini sui social

Cuorgnè

/
CONDIVIDI

Sono in due e si spacciano per operatori Enel con l’intenzione di truffare gli anziani residenti a Cuorgnè. A darne notizia è il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto che ha pubblicato sui social un comunicato della locale polizia municipale: “Info locale Cuorgnè: la Polizia Municipale informa che ci sono due uomini che si spacciano per operatori Enel. Girano a bordo di una 500 grigia. Vi chiediamo di non aprire e di avvertire immediatamente le Forze dell’Ordine o la Polizia Municipale”.

Ladri e truffatori non demordono e contano sulla comprensibile credulità di anziani pensionati per portare a termine i loro disegni criminosi: negli anni i professionisti della truffa si sono affinati: mostrano falsi cartellini di enti energetici o pubblici, si presentano bene e sanno essere convincenti. E soprattutto sono diventati molto abili nell’individuare i pensionati che vivono da soli e che non possono contare sull’aiuto dei famigliari. Il triste fenomeno si è ormai diffuso a macchia d’olio anche in molti comuni dell’Alto Canavese.

L’opera di sensibilizzazione varata dai comuni e dall’Arma dei carabinieri ha dato i suoi frutti, ma qualche volta l’abilità dei truffatori ha la meglio sulla diffidenza e qualche anziano si rende contro troppo tardi di essere stato depredato dei pochi soldi che teneva in casa e dei gioielli, spesso ricordi di famiglia. In genere i truffatori agiscono in coppi. In caso di dubbio è bene chiamare il 112. Smat, Comune, Enel e Tim non autorizzano nessuno a presentarsi presso le famiglie.

Ladri e truffatori non demordono e contano sulla comprensibile credulità di anziani pensionati per portare a termine i loro disegni criminosi. Negli anni i professionisti della truffa si sono affinati: mostrano falsi cartellini di enti energetici o pubblici, si presentano bene e sanno essere convincenti. E soprattutto sono diventati molto abili nell’individuare i pensionati che vivono da soli e che non possono contare sull’aiuto dei famigliari.

Il triste fenomeno si è ormai diffuso a macchia d’olio anche in molti comuni dell’Alto Canavese. L’opera di sensibilizzazione varata dai comuni e dall’Arma dei carabinieri ha dato i suoi futti, ma qualche volta l’abilità dei truffatori ha la meglio sulla diffidenza e qualche anziano si rende conto troppo tardi di essere stato depredato dei pochi soldi che teneva in casa e dei gioielli, spesso ricordi di famiglia.

In genere i truffatori agiscono in coppia. In caso di dubbio è bene chiamare il 112. Smat, Comune, Enel e Tim non autorizzano nessuno a presentarsi presso le famiglie.

Dov'è successo?

26/01/2021 

Cronaca

Lavoratrici e lavoratori in disagio economico senza ammortizzatori: prorogato il bando al 29 gennaio

E’ prorogato fino alle ore 12.00 del 29 gennaio 2021 lo sportello per la presentazione delle […]

leggi tutto...

26/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid: oggi in Piemonte 728 nuovi contagi, 38 decessi. In calo i ricoveri ordinari

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle ore 16,30 di oggi, martedì 26 gennaio, l’Unità di […]

leggi tutto...

26/01/2021 

Cronaca

Deposito nazionale scorie nucleari. Cirio: “Si cambi il metodo. Il Piemonte ha già fatto la sua parte”

“Dobbiamo darci un metodo diverso perché il Piemonte sul nucleare la sua parte l’ha già fatta, […]

leggi tutto...

26/01/2021 

Cronaca

Fiano, aveva trasformato un capannone in una serra per la coltivazione della cannabis. 33enne nei guai

Aveva avviato un’illecita coltivazione di cannabis e per questa ragione un 33enne di Fiano è finito […]

leggi tutto...

26/01/2021 

Sanità

Covid, sì del Comitato Etico Interaziendale alla sperimentazione dei test salivari made in Piemonte

Il Piemonte partirà con una sperimentazione sui #testsalivari per la ricerca del Covid. Il via libera […]

leggi tutto...

26/01/2021 

Cronaca

Chivasso: ubriaco aggredisce un passeggero per rapinarlo. I carabinieri arrestano un 53enne

Arrestato da carabinieri per aver aggredito e tentato di rapinare un passeggero. A finire nei guai […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy