Valperga: truffatori in paese in cerca di vittime. Il sindaco: “Avvertite subito i carabinieri”

Valperga

/

01/06/2019

CONDIVIDI

Si presentano nelle case come tecnici o pubblici ufficiali ma in realtà sono malviventi alla ricerca di vittime da raggirare e derubare. A lanciare l'allarme è il primo cittadino Gabriele Francisca

Si aggirano con il paese con l’intenzione di truffare i residenti, in particolar modo gli anziani: si presentano come tecnici o pubblici ufficiali ma in realtà sono malviventi alla ricerca di vittime da raggirare e derubare. A lanciare l’allarme è l’Amministrazione comunale di Valperga nella pagina social del Comune dove i si invitano i cittadini, nei casi sospetti, di avvertire immediatamente i carabinieri.

“A seguito di episodi accaduti di recente in Comuni limitrofi segnalati dai carabinieri della compagnia di Ivrea al sindaco, Gabriele Francisca – si legge nel comunicato pubblicato di Facebook – è nostro dovere avvisare i cittadini e soprattutto gli anziani, di fare molta attenzione a chi aprite la porta. Ci sono personaggi che si spacciano per controllori dell’acqua o quant’altro. Una volta entrati cercheranno di farvi mettere tutti i preziosi in un preciso posto e poi cercheranno di distrare chi è in casa facendo finta di eseguire dei test”.

A quel punto, spiega il sindaco di Valperga Gabriele Francisca, mentre uno effettua i cosidetti controlli il complice si impadronisce di tutti i preziosi o del denaro contante che trova in casa.

“Terminati i test tranquillizzano le vittime dicendo che è tutto a posto e se ne vanno con il bottino, lasciando ignaro il mal capitato. Purtroppo queste persone sono molto furbe e preparate, sono riuscite ad ingannare anche i più attenti – conclude il primo cittadino -. Questi truffatori usano abiti simili a quelli di carabinieri, polizia di Stato o vigili quindi fate molta attenzione. Occhi aperti e nel caso notaste qualcuno di sospetto con queste caratteristiche, avvisate le forze dell’ordine per gli accertamenti: i carabinieri di Cuorgnè telefonando al numero 0124/657011 o il 112”.

Leggi anche

28/01/2020

Sicurezza: i comuni canavesani chiedono 18 milioni di euro. Ne arrivano 400 mila ad Agliè

Quattrocentomila euro dal ministero dell’Interno. Esulta Marco Succio, sindaco di Agliè perché con quei fondi potrà […]

leggi tutto...

28/01/2020

Caselle ricorda con commozione i cinque patrioti assassinati 75 anni fa dai repubblichini

Luigi Cafiero, Antonio Garbolino, Andrea Mensa, Adolfo Praiotto e Mario Tamietti: questi i nomi dei cinque […]

leggi tutto...

28/01/2020

Ciriè: in casa attrezzi per l’edilizia, il giardinaggio e vini pregiati. 42enne denunciato per ricettazione

Denunciato dai carabinieri un imbianchino con l’accusa di ricettazione. Gli uomini dell’Arma hanno rivenuto nel corso […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy