Rivarolo Canavese: gli orti comunali assegnati ai cittadini che versano in condizioni di difficoltà

Rivarolo Canavese

/

03/05/2016

CONDIVIDI

Quindici i cittadini interessati: alcuni di origine marocchina e italiani. Il progetto di "cultura partecipata" potrebbe estendersi anche ad altri comuni

La solidarietà si esprime in molti modi. E, in molti modi, si può venire incontro, senza un ulteriore aggravio di spese, nei confronti della popolazione indigente. Per questa ragione, anche per quest’anno l’amministrazione comunale rivarolese ha deciso di assegnare gli orti comunali che si trovano in via Bonaudi, a quindici persone in evidenti condizioni economiche più che disagiate che, grazie alla coltivazione degli appezzamenti di terreno comunale assegnati, potranno risolvere il grave problema dell’approvvigionamento della verdura e della frutta.

Come lo scorso anno l’iniziativa è coordinata dalla parrocchia di san Giacomo in collaborazione con la cascina Torrione di Feletto. Si tratta di quel welfare partecipativo propugnato dall’amministrazione comunale ha spiegato il vicesindaco di Rivarolo Edoardo Gaetano. Un sistema concreto per fornire risposte alle esigenze di chi vive in condizioni di indigenza. Lo scorso anno il progetto denominato “Cultura dell’Orto” ha ottenuto un discreto successo e ha registrato la partecipazione al corso di una quarantina di persone. Di queste quindici sono quelle che sono giunte al termine del progetto; metà di origine marocchina e metà italiani.

Il progetto di “cultura partecipata”, al di là dei furti effettuati negli orti coltivati (perché succede anche questo), potrebbe essere adottato da altri comuni vicini a quello di Rivarolo Canavese. Le modalità per aderire al progetto sono le seguenti: presentazione una domanda che la Caritas e il Ciss 38 valuteranno per individuare i soggetti idonei per partecipare ai corsi.

Dov'è successo?

Leggi anche

Chivasso

/

19/09/2017

Chivasso: ladro cerca di introdursi di sera nella casa di riposo per rubare e finisce in galera

E’ stato arrestato con l’accusa di tentato furto e resistenza dopo aver tentato di introdursi con […]

leggi tutto...

Balangero

/

19/09/2017

Balangero: beve e minaccia la vicina di casa con il fucile. Un 63enne è stato arrestato dai carabinieri

E’ stato arrestato con l’accusa di minacce aggravate e detenzione di armi clandestine e munizioni: nei […]

leggi tutto...

19/09/2017

Sanità: l’Asl To4 contatterà e rassicurerà i pazienti ai quali sono state impiantate le protesi Ceraver

Diversi professionisti si trovano agi arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria relativa a quello che è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy