Leinì, è morto dopo una settimana di agonia l’operaio intossicato dall’acido cloridrico

Leinì

/

17/04/2017

CONDIVIDI

Nella serata di Pasqua il cuore dell'uomo ha smesso di battere. Le indagini dei carabinieri continuano

E’ morto dopo una settimana di agonia nel reparto di rianimazione dell’ospedale CTo di Torino, Riccardo Pergola, l’operazione di 53 anni, residente a Leinì, gravemente intossicato dai fumi sprigionati dell’acido cloridrico. Il suo cuore ha smesso di battere nella tarda serata di ieri domenica 16 aprile, giorno di Pasqua. Riccardo Pergola lavorava da anni alla “Zincoplating” di Moncalieri azienda specializzata nella cromatura dei metalli era svenuto per le esalazioni sprigionate dall’acido cloridrico mentre si apprestava a ripulire una cisterna alta due metri.

L’operaio, convinto che all’interno della cisterna si trovasse acqua e non l’acido, ha perso i sensi ed è stato soccorso dal titolare dell’azienda, rimasto anch’egli intossicato dagli stessi fumi. L’amministratore delegato è stato ricoverato all’ospedale di Moncalieri.

Ispettori dello Spresal dell’Asl To5 e i carabinieri stanno cercando di comprendere per quale ragione l’operaio si è avventurato all’interno della cisterna senza la prevista maschera.

Dov'è successo?

Leggi anche

Volpiano

/

20/09/2017

La “Canavesana” nel mirino di pericolosi vandali: copritombini di cemento sui binari

Non è la prima volta che accade che qualche imbecille collochi i copritombini in cemento sui […]

leggi tutto...

Agliè

/

20/09/2017

Agliè: bimba in ospedale per ustioni. Condannata la madre. Il giudice: non fu un incidente

A prima vista sembrava essere stato un incidente quello del quale era rimasta vittima una bimba […]

leggi tutto...

Venaria

/

20/09/2017

Venaria: un altro incidente in tangenziale. Auto si ribalta in strada. Una donna grave in ospedale

Un altro incidente stradale e, ancora una volta, un altro ferito che versa in gravi condizioni […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy