Leinì, è morto dopo una settimana di agonia l’operaio intossicato dall’acido cloridrico

Leinì

/

17/04/2017

CONDIVIDI

Nella serata di Pasqua il cuore dell'uomo ha smesso di battere. Le indagini dei carabinieri continuano

E’ morto dopo una settimana di agonia nel reparto di rianimazione dell’ospedale CTo di Torino, Riccardo Pergola, l’operazione di 53 anni, residente a Leinì, gravemente intossicato dai fumi sprigionati dell’acido cloridrico. Il suo cuore ha smesso di battere nella tarda serata di ieri domenica 16 aprile, giorno di Pasqua. Riccardo Pergola lavorava da anni alla “Zincoplating” di Moncalieri azienda specializzata nella cromatura dei metalli era svenuto per le esalazioni sprigionate dall’acido cloridrico mentre si apprestava a ripulire una cisterna alta due metri.

L’operaio, convinto che all’interno della cisterna si trovasse acqua e non l’acido, ha perso i sensi ed è stato soccorso dal titolare dell’azienda, rimasto anch’egli intossicato dagli stessi fumi. L’amministratore delegato è stato ricoverato all’ospedale di Moncalieri.

Ispettori dello Spresal dell’Asl To5 e i carabinieri stanno cercando di comprendere per quale ragione l’operaio si è avventurato all’interno della cisterna senza la prevista maschera.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy