Caselle: i carabinieri fermano due pusher ad un posto di blocco. Un arresto e una denuncia

Caselle

/

14/07/2017

CONDIVIDI

Nelle case dei due spacciatori gli uomini dell'Arma hanno sequestrato stupefacenti e attrezzatura per confezionare le dosi

E’ stato fermato dai carabinieri della Compagnia di Venaria a un posto di blocco per quello che doveva essere un normale controllo, ma così non è stato: Corrado C. 42 anni, residente a Caselle Torinese è stato arrestato con l’accusa di spaccio di droga. Durante il controllo che ha avuto luogo la scorsa mattina, gli uomini dell’Arma hanno trovato addosso all’uomo 9,3 grammi di hashish e 0,85 grammi di ecstasy. Gli stupefacenti erano già suddivisi in dosi, pronte per esser vendute ai consumatori.

Il blocco di blocco era stato istituito alla periferia di Caselle, sulla strada provinciale che conduce all’aeroporto “Sandro Pertini”.

Sull’auto con Corrado C. si trovava anche Salvatore D. di 41 anni, di San Carlo Canavese che è stato denunciato dai carabinieri per spaccio di droga. Nella perquisizione effettuata dai militari nelle abitazione di Corrado C. sono stati sequestrato un bilancino di precisione e tutto l’occorrente per confezionare le dosi di droga, mentre nell’abitazione di Salvatore D. sono stati rinvenuti e sequestrati 2,4 di hashish oltre a un bilancino di precisione e l’attrezzatura verosimilmente usata per suddividere gli stupefacenti in dosi da immettere nel mercato.

 

 

 

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/09/2017

Sanità: mancano infermieri negli ospedali. Il Nursind proclama lo stato di agitazione

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche proclama lo stato di agitazione e si prepara a […]

leggi tutto...

Ciriè

/

23/09/2017

Ciriè, stalker di 22 anni aggredisce per strada la ragazza che lo aveva rifiutato. In manette

Quell’avvenente ragazza turbava, da quando l’aveva incontrata, i suoi sogni: più volte Andrea G., 22 anni, […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

23/09/2017

Cuorgnè: la Madonna della Rivassola torna al suo posto dopo il restauro pagato dal sindaco

Aveva avuto luogo lo scorso mese di inizio agosto la spiacevole sorpresa che aveva indignato i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy