Canavese: a Meugliano, Trausella, San Colombano e Strambinello saranno installati i nuovi Postamat

Meugliano

/

13/01/2019

CONDIVIDI

In questa prima fase sono 253 i comuni italiani dove saranno installati i Postamat, 44 dei quali in Piemonte. Soddisfatto per l'iniziativa di Poste Italiane il presidente Uncem Marco Bussone

Meugliano e Trausella in Valchiusella, San Colombano Belmonte e Strambinello: sono i quattro comuni canavesani dove Poste Italiane installerà a breve i nuovi Postamat che semplificheranno la vita agli avitanti dei comuni dove non p presenmte l’ufficio postale. Poste Italiane ha avviato già sabato 12 gennaio i sopralluoghi propedeutici all’installazione degli sportelli automatici. Lo rende noto Marco Bussone, presidente nazionale dell’Uncem, l’associazione nazionale dei comuni ed enti locali montani, che non nasconde la propria soddisfazione per l’avvio di un percorso che va incontro alle esigenze delle popolazioni delle “terre alte” che sono tra quelle più penalizzate.

In questa prima fase sono 253 i comuni italiani dove saranno installati i Postamat, 44 dei quali in Piemonte. “Prende dunque forma concretamente il nuovo patto che abbiamo formalizzato con l’azienda – spiega il presidente Uncem, Marco Bussone -. Cresce il dialogo che porta benefici per le comunità che vivono, lavorano, studiano, frequentano per motivi turistici piccoli Comuni e aree montane. Abbiamo molte altre cose che possiamo fare per potenziare i servizi postali nelle zone interne del Paese”.

Marco Bussone considera di fondamentale importanza il fatto che anche che nei 254 piccoli Comuni senza uffici postali venga garantita l’erogazione dei principali servizi postali attraverso la rete dei tabaccai, grazie all’accordo tra Poste e la Federazione Italiana Tabaccai, e il servizio a domicilio dei portalettere.

“L’Uncem ritiene decisiva la copertura degli uffici postali ampliata nei Comuni turistici sulla base dei flussi di arrivi e presenze registrati – conclude Marco Bussone -. Abbiamo fiducia e proviamo a costruire percorsi nuovi, diversi dal passato, provando a traguardare il futuro puntando su moderni servizi, fisici e digitali”.

Leggi anche

04/04/2020

Coronavirus: per la prima volta volta il numero dei guariti in Piemonte supera quello dei decessi

Trecentoquarantadue pazienti guariti, 546 in via di guarigione. Questo pomeriggio l’Unità di Crisi della Regione Piemonte […]

leggi tutto...

04/04/2020

L’annuncio di Cesare Nosiglia: nella vigilia di Pasqua Ostensione virtuale della Sacra Sindone

In occasione della Pasqua avrà luogo una straordinaria ostensione “virtuale” della Sacra Sindone. Sabato 4 aprile […]

leggi tutto...

04/04/2020

Buoni spesa a Torino: assalto al portale del Comune che è andato in crash. Migliaia le domande

Sono bastati pochi minuti per mandare in crash il sito del Comune di Torino in occasione […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy