Canavese, l’Iren apre i serbatoi e salva i raccolti di granturco

Canavese

/

05/08/2015

CONDIVIDI

Il livello d'acqua della rete di canali irrigui e delle rogge che attraversano il territorio è significativamente aumentato

Le colture di granturco sono a rischio a causa della siccità. Il caldo torrido, causato dall’anticiclone africano che da oltre un mese persiste su tutta la penisola, inizia a inaridire la terra. Se, ha questo si aggiunge la mancanza di abbondanti piovute, il quadro che ne emerge è oltremodo preoccupante.

Se ne è resa conto anche la società energetica Iren che nelle Valli Orco e Soana, gestisce alcuni impianti idroelettrici e serbatoi capaci di trattenere grandi quantità d’acqua. In questi giorni l’azienda torinese ha deciso di aprire le paratie dei propri impianti per rimpinguare i corsi d’acqua che alimentano i canali irrigui che gli agricoltori utilizzano per innaffiare i campi.

L’iniziale incremento del livello dell’acqua, causato dal progressivo scioglimento delle nevi anche ad alta quota, ha lasciato il posto a una lenta e costante riduzione delle disponibilità idriche nel Canavese e nel Torinese.

La decisione assunta dall’Iren ha già iniziato a produrre significativi benefici: il livello dell’acqua dei torrenti Orco e Soana, delle derivazioni come il Canale di Caluso, la roggia che attraversa il territorio compreso tra Favria e Oglianico, la diramazione di Spineto e il canale Rivarolo-Feletto, è significtivamente aumentato.

L’importante e imprescindibile sinergia tra montagna e pianura si è rivelata di primaria importanza, come sottolinea Andrea Basolo, sindaco del Comune di Ceresole Reale che ha annunciato come l’apporto di tutti i soggetti interessati abbia consentito l’avvio di un progetto per supportare l’intera filiera agricola.

Un dato di fatto è certo: tempo una settimana e con la cronica carenza d’acqua l’intero raccolto di granturco sarebbe andato completamente distrutto.

Leggi anche

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...

Castellamonte

/

10/12/2017

Castellamonte: le poesie della cuorgnatese Rosanna Frattaruolo aiuteranno i bimbi vittime di violenza

Nella serata di giovedì 7 dicembre presso la sala congressi Pietro Martinetti di Castellamonte, è stata […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

10/12/2017

Cuorgnè: la sezione marinai ha commemorato sotto la neve i caduti periti sulle navi da guerra

Anche quest’anno la sezione cittadina dei Marinai di Cuorgnè ha voluto onorare i propri caduti: forse […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy