Caluso: i ladri penetrano nottetempo nel negozio Barattia e rubano una decina di stufe a pellet

Caluso

/

25/11/2017

CONDIVIDI

I malviventi sono fuggiti a bordo di un furgone sul quale hanno caricato la refurtiva che ammonta ad alcune migliaia di euro

I ladri, quando nella notte di mercoledì 22 e giovedì 23 novembre, sapevano bene cosa quanto e cosa rubare: sono penetrati al Centro Barattia di Caluso che si trova in via Vittorio Veneto e, dopo aver forzato il cancello che si trova sul retro dell’esercizio commerciale, si sono impadroniti di dieci stufe a pellet. Dopo essersi impossessati del bottino, del valore complessivo di alcune migliaia di euro, i malviventi si sono dileguati, probabilmente a bordo di un furgone usato per caricare la refurtiva.

La modalità del furto fa pensare che si tratti di un’organizzata banda di professionisti dello scasso. Le stufe sono state movimentate e caricate sul mezzo con il muletto di proprietà del Centro Barattia. Nessuno dei residenti che abitano nei pressi dell’azienda ha sentito nulla.

Sul furto indagano i carabinieri della Compagnia di Chivasso che stanno attentamente visionando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza installate nei pressi dell’azienda: è possibile che possano contribuire a imprimere una volta alle indagini e consentire agli uomini dell’Arma di identificare i membri della banda di ladri.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/02/2020

Atletica leggera: Davide Favro ai Campionati Italiani Indoor conquista un prestigioso 7° posto

È tornato a competere con i migliori Davide Favro ed ai Campionati italiani Indoor Junior/Promesse ha […]

leggi tutto...

17/02/2020

Sanità: chi chiama il 112 può collegarsi in videochat con gli operatori della centrale di emergenza

Sanità: chi chiama il 112 può collegarsi in videochat con gli operatori della centrale di emergenza. […]

leggi tutto...

17/02/2020

Rivara: commozione in Canavese per la scomparsa dell’imprenditore edile Francesco Anglesio

Si è spento all’età di 79 anni, all’ospedale di Ciriè dopo una lunga malattia, l’imprenditore Francesco […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy