Borgomasino: due fratelli arrestati per un furto da 200mila euro in un negozio sportivo di Aosta

Borgomasino

/

24/03/2017

CONDIVIDI

Cinque i componenti della banda: i tre latitanti sono colpiti da un mandato di arresto internazionale. Determinante la collaborazione tra la squadra mobile di Aosta e i carabinieri della Compagnia di Ivrea

La squadra mobile della polizia di Aosta ha arrestato due persone su mandato di cattura emesso dalla procura di Aosta con l’accusa di aver rubato materiale sportivo e da sci al negozio Gal Sport del capoluogo Valdostano. Tre altri componenti della banda, colpiti da un mandato di arresto internazionale, sono ancora latitanti. In manette sono finiti due fratelli di origine romana residenti a Borgomasino: Valeriu Tinca di 22 anni e Adrian Razvan. Gli uomini della squadra mobile sono sulle tracce dei tre complici ancora latitanti di 28, 24 e 31 anni.

Stando alla ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine i ladri sono penetrati all’interno dell’esercizio commerciale (situato alla partenza della telecabina che conduce alla nota località sciistica di Pila), dopo aver manomesso il cancello e disattivato l’impianto di allarme. Dopo aver caricato su un furgone tutto il materiale trafugato, i malviventi hanno avuto l’accortezza di portare con loro l’hard disk del computer al quale erano collegate le telecamere dell’impianto di sorveglianza.

La banda aveva effettuato “il colpo” nella notte tra il 6 e il 7 novembre 2016. E’ da allora che l’investigatori erano sulle tracce della banda di ladri che, nel frattempo, erano stati identificati.

E’ stato il 13 marzo, quando Adrian Razvan Tinca era stato arrestato per rapina impropria a Moncalieri che le indagini hanno subito un’improvvisa accelerazione (gl’investigatori attendevano di sorprenderli in un casolare dove solevano riunirsi) perché gl’investigatori hanno temuto la fuga del fratello e lo hanno arrestato. Determinante per la riuscita dell’operazione è stata la stretta collaborazione con i carabinieri della stazione di Borgomasino della Compagnia di Ivrea che, la notte del furto, nel corso di un controllo stradale fermarono l’auto con a bordo i malviventi che indossavano le giacche sportive rubate da Gal Sport.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/11/2017

Pavone, andavano in giro con coltelli a serramanico e un piede di porco. Denunciati due disoccupati

I carabinieri della Stazione di Ivrea hanno denunciato in stato di libertà alla Procura di Ivrea […]

leggi tutto...

Ivrea

/

22/11/2017

Canavese, nel 2017 sono state ben 187 le donne oggetto di violenza. Le iniziative dell’Asl To4

Come sempre è alta l’attenzione dell’Asl To4 sulla problematica della violenza contro le donne, attraverso l’impegno […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

22/11/2017

Cuorgnè, nasce in città una comunità di vendita on line di prodotti agricoli a chilometri zero

E’ con un “alveritivo” che avrà luogo venerdì 14 novembre alle 18,30 nella splendida cornice di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy