06/03/2018

Politica

Valle Soana: Ingria è il paese più leghista d’Italia. 17 elettori su 27 hanno votato per il Carroccio

CONDIVIDI

Se la Lega ha vinto indiscutibilmente le elezioni, distaccando notevolmente Forza Italia nella competizione interna al Centrodestra, c’è un Comune dove lo spoglio dei voti ha dato un esito plebiscitario per il Carroccio: è Ingria, 43 abitanti, dove i voti per Matteo Salvini hanno superato quota 60%, risultando così il paese più leghista d’Italia. In sostanza 17 elettori su 27 ha scelto la Lega Nord.

Il risultato riempie di soddisfazione il sindaco Igor De Santis: “La gente delle valli ha capito che l’unico partito che difende e tutela le nostre radici e tradizioni è la Lega – commenta –. Lo dimostrano, al di là della percentuale nel nostro piccolo Comune, anche i numeri conseguiti nelle altre realtà canavesane”.

Nelle valli Orco e Soana il simbolo della Lega Nord è stato barrato dal 28% dei votanti a Ceresole, dal 31% a Pont, dal 40,5% a Noasca, dal 37,4%, Locana, dal 47% a Frassinetto, dal 41,3% a Valprato Soana, dal 45,5% a Ronco, dal 40% a Ribordone. Ovunque la Lega è largamente il primo partito.

“Sono numeri che si commentano da sé e che ci spronano a continuare il nostro lavoro con ancor maggiore energia. Dal voto del 4 marzo delle nostre valli parte anche un messaggio chiaro alle istituzioni: la gente vuole l’autonomia e vota la Lega perchè è l’unica forza che lavora in tal senso – continua il primo cittadino -. Spero che, visto il responso delle urne, aumentino le Amministrazioni locali che decidono di aderire al Comitato per il referendum sull’autonomia del Piemonte”.

“Una percentuale del 62,96%, che anche se riferita ad un numero esiguo di votanti, mi fa molto piacere soprattutto perché rimarca ancora una volta il fatto che la nostra piccola comunità sia unita in tutto – commenta il consigliere comunale Andrea Cane – Distinguersi su da noi è la parola d’ordine e ci teniamo quindi anche a questo curioso record, pur nel rispetto di tutti coloro che hanno votato altri partiti”.

“La notizia della percentuale record ingriese è una delle tante soddisfazioni che mi ha dato questa campagna elettorale, vissuta tutta di un fiato lungo il territorio della provincia e conclusasi proprio con una cena tra amici a Ingria – conclude l’onorevole Alessandro Giglio Vigna – Questo Comune ha dimostrato da tempo di incarnare lo spirito dei “giovani della Lega”: non solo un gruppo di amici, ma anche bravi ed efficienti amministratori ed organizzatori. Ne approfitto per ringraziare gli elettori della Val Soana, ma anche di tutti i Comuni canavesani e dell’intera provincia di Torino che hanno creduto nel progetto di Salvini e hanno fatto sì che il risultato elettorale fosse straordinario ovunque. Ora mi appresto a vivere un’esperienza che mi regalerà il privilegio di poter rappresentare questi territori in Parlamento: è mia intenzione procedere con un lavoro duro e continuo, così come fatto in campagna elettorale, tenendo il cellulare sempre acceso e mettendomi a disposizione di tutti i cittadini, indipendentemente dal colore politico”.

Dov'è successo?

15/01/2021 

Cronaca

Dramma a San Benigno: paziente 55enne trovato cadavere nel giardino di una Comunità psichiatrica

È stato trovato privo di vita nel giardino di una Comunità terapeutica di San Benigno Canavese. […]

leggi tutto...

15/01/2021 

Sport

La biellese Clelia Zola neopresidente Fidal Piemonte: “Riporterò unità nell’atletica regionale”

Clelia Zola è il nuovo Presidente del Comitato Regionale della Fidal Piemonte per il quadriennio 2021/2024. […]

leggi tutto...

14/01/2021 

Cronaca

Forno Canavese: stroncato da un malore improvviso. Operaio 44enne di Rivara muore in fabbrica

È morto all’improvviso, stroncato da un malore che non gli ha lasciato scampo. A perdere la […]

leggi tutto...

14/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid: in Piemonte oggi 889 casi positivi. 21 i morti. 887 i pazienti guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle 17,30 di oggi, giovedì 14 gennaio, l’Unità di Crisi della Regione […]

leggi tutto...

14/01/2021 

Economia

Il sindacalista Fabrizio Bellino (Fiom-Cgil): “Il Canavese deve continuare a essere competitivo”

Il Canavese deve tornare ad essere più competitivo. È un imperativo in questo momento in cui […]

leggi tutto...

14/01/2021 

Economia

Il presidente dell’Api Alberto sulla “variante” alla ex 460: “Occorre fare ricorso al Recovery Plan”

Corrado Alberto, presidente dell’Api di Torino, l’Associazione che rappresenta e tutela le piccole e medie imprese, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy