12/12/2015

Cronaca

Rivarolo: alla sbarra il subagente che avrebbe rilasciato ai clienti polizze assicurative non valide

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

L’accusa, non da poco, è di truffa, falso e appropriazione indebita. Alla sbarra un subagente rivarolese di 48 anni, che, all’epoca dei fatti contestati, era responsabile di un’agenzia assicurativa a Favria. La presunta truffa risalirebbe al 2010: il giudice del tribunale di Ivrea ha chiamato a testimoniare una trentina di testimoni coinvolti nella vicenda. La somma della quale l’ex amministratore si sarebbe appropriato ammonta  circa 200 mila euro.

Tra le tante persone che sarebbero state coinvolte figurano pensionati, extracomunitari e intere famiglie: tutte persone residenti a Rivarolo Canavese, Valperga, Cuorgnè, Forno e Favria. Secondo l’accusa l’uomo avrebbe fatto firmare ai clienti le polizze assicurative, rilasciava i tagliandi irregolari e intascava il corrispettivo. Il denaro non sarebbe mai stato girato alle sedi centrali delle società assicurative che avevano conferito il mandato all’agenzia di cui l’imputato era titolare. E non è tutto: oltre al danno economico subito, i clienti in realtà non godevano della copertura assicurativa. Il problema è emerso soltanto dopo alcuni mesi quando le società assicurative hanno comunicato ai clienti il nominativo del nuovo broker. Sull’imputato grava il sospetto che la sua attività non fosse soltanto limitata all’attività assicurativa relativa alla Rca, ma anche (forse) alla gestione alla stipula di mutui e fondi d’investimento.

Sarà la corte a fare chiarezza sulla reale entità della presunta truffa. La vicenda era quando carabinieri e agenti della polizia stradale avevano fermato automobilisti che credevano di essere in regola con la copertura assicurativa ed invece erano in possesso di tagliandi non coperti dall’assicurazione. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 19 febbraio 2016.

Dov'è successo?

27/10/2020 

Cronaca

Guerriglia urbana a Torino, il presidente Cirio: “Pene esemplari per i delinquenti”

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio stigmatizza le violenze che hanno caratterizzato una delle manifestazioni […]

leggi tutto...

27/10/2020 

Cronaca

Caluso: dopo la madre è morto anche il bimbo di 5 anni coinvolto in un tragico incidente stradale

E’ morto nella mattinata di ieri, lunedì 26 ottobre, il bambino di 5 anni vittima di […]

leggi tutto...

27/10/2020 

Sanità

Coronavirus: balzo in avanti del contagio. +2.458 casi positivi. 13 i morti a causa del Covid-19

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che, alle 19,30 di oggi, martedì 27 ottobre, […]

leggi tutto...

27/10/2020 

Cronaca

Covid-19 a Volpiano, chiusi l’ufficio anagrafe e l’asilo nido comunale per la presenza di casi positivi

L’ufficio Anagrafe del Comune di Volpiano è chiuso al pubblico da oggi, martedì 27 ottobre, fino […]

leggi tutto...

27/10/2020 

Cronaca

Ivrea: titolare di una piadineria multato di 400 euro per aver servito un cliente dopo le 18

Sanzione di 400 euro per aver servito una piadina a un cliente dopo le ore 18,00. […]

leggi tutto...

27/10/2020 

Cronaca

Nole, svaligiava le cassette delle offerte dei fedeli in chiesta. Arrestato dai carabinieri nomade 24enne

Lo hanno pedinato per parecchio tempo e alla fine i carabinieri lo hanno colto con le […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy