28/04/2022

Economia

Raccolta rifiuti a Chivasso: Il Consiglio approva le tariffe per il 2022. Il costo del servizio scende del 6%

CONDIVIDI

Nell’ultima seduta del Consiglio Comunale di Chivasso, che si è tenuta ieri sera, mercoledì 27 aprile, sono state deliberate le modificazioni al Regolamento che disciplina la Tassa Rifiuti ed approvate le tariffe per il 2022.
Il Comune di Chivasso ha così recepito le ultime modifiche dell’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, Arera, in tema di predisposizione del Piano Economico Finanziario del servizio rifiuti urbani per gli anni 2022-2025 ed inserito il nuovo articolo 23 ter che disciplina le agevolazioni correlate al Covid-19 per l’anno in corso, utilizzando le risorse residue del 2020 e del 2021. Alle utenze domestiche saranno destinati 49 mila euro, mentre a quelle non domestiche andranno 108 mila euro.

Per la determinazione delle tariffe della Tari 2022 si è preso atto del Piano Economico Finanziario (Pef) del servizio rifiuti urbani 2022-2025 predisposto e validato dal Consorzio di Area Vasta CB16, secondo i nuovi criteri stabiliti da Arera, e mantenendo invariati tutti i parametri e i coefficienti già utilizzati lo scorso anno. Per effetto dei nuovi criteri stabiliti da Arera, che non prevedono più un limite massimo alla parte variabile della tassa (che per le utenze domestiche è correlata esclusivamente al numero dei componenti il nucleo famigliare) e per effetto dell’uscita dal servizio pubblico da parte di alcune utenze non domestiche, la riduzione del costo del servizio di 6 punti percentuali del Pef non verrà distribuita equamente tra tutte le utenze.

Se le utenze non domestiche, senza considerare le agevolazioni, registreranno un calo della tariffa complessiva di circa l’1%, sulle civili abitazioni il risparmio potrebbe arrivare fino al 12% nel caso di un immobile mononucleare di 100 metri quadrati. Per effetto del nuovo metodo Arera, cosiddetto Mtr2, si avrà infatti una tendenziale diminuzione della Tari sulle grandi cubature. I lievi incrementi che si potranno registrare sulle abitazioni di minori dimensioni, in particolare se occupate da nuclei famigliari numerosi, saranno presumibilmente ammortizzati dalle agevolazioni correlate all’Isee.

Si evidenzia in proposito che tutti coloro che hanno un reddito Isee fino a 20 mila euro potranno presentare apposita istanza di riduzione entro il prossimo 31 ottobre.

22/05/2022 

Sport

Ciclismo: Giulio Ciccone vince la tappa Rivarolo Canavese-Cogne. A Carapaz la maglia rosa

Un Giro d’Italia così imprevedibile non si era mai visto: se la tappa Santena Torino (la […]

leggi tutto...

22/05/2022 

Sanità

Sanità: anche all’Asl T04 mancano i fondi per pagare le indennità al personale. Il Nursind: “È inaccettabile”

Dopo la segnalazione del Nursind sulle criticità registrate nelle altre Aziende Piemontesi, il Nursind torna alla […]

leggi tutto...

22/05/2022 

Cronaca

I volontari hanno ripulito il territorio dai rifiuti. Oglianico è adesso un paese più pulito

Da ieri, sabato 21 maggio, Oglianico è un pese più pulito e presentabile grazie all’iniziativa “We […]

leggi tutto...

22/05/2022 

Cronaca

Ozegna: il Comune compra all’asta il castello dei Conti di San Martino per 210 mila euro

Dopo anni di incertezze sulla possibilità di poter contare su risorse finanziarie adeguate, il Comune di […]

leggi tutto...

21/05/2022 

Sport

La Hope Running di Chivasso partecipa alla staffetta solidale nazionale “Run4Hope Massigen”

Sabato 21 maggio ha avuto luogo lo start della seconda edizione della “Run4Hope Massigen” a beneficio […]

leggi tutto...

21/05/2022 

Cronaca

“Furbetti” a Chivasso: percepivano il reddito di cittadinanza, ma lavoravano in “nero”

Percepivano il reddito di cittadinanza, ma lavoravano in nero in un bar e in una pizzeria. […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy