04/03/2021

Sanità

La Regione pensa agli infermieri volontari per contrastare il Covid, ma il Nursind si oppone

CONDIVIDI

Infermieri impiegati nei reparti Covid e nella Terapie intensive. Infermieri in servizio negli Hot-spot in cui si eseguono i tamponi. La carenza di personale nelle aziende sanitarie piemontesi e in quella canavesana sta assumendo una drammatica connotazione, Le assunzioni devono essere fatte per contrastare adeguatamente quella che viene considerata la terza ondata della pandemia di Coronavirus. Su questo tema il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche si trova da tempo a combattere in prima linea. Ma è sull’ipotesi di assumere personale infermieristico volontario per combattere il Covid che Francesco Coppolella, segretario regionale del Nursind, oppone un netto rifiuto.

“Assumete tutto il personale necessario, è questa l’indicazione che pare giungere alle Aziende da parte del DIRMEI.  Con quali soldi? Sembra essere la preoccupazione delle Aziende sanitarie, che da parte loro restano ferme senza rassicurazioni e autorizzazioni.

La Regione faccia chiarezza – afferma Francesco Coppolella -, perché il risultato è sconfortante e cioè quello di un corto circuito che blocca la situazione mentre c’è necessità e urgenza di correre oltre a quella di coprire i turni di lavoro. Ci sono ancora qualche migliaio di infermieri che aspettano di essere chiamati dalle graduatorie relative al bando di 36 mesi.

La domanda è semplice, cosa ne facciamo con gli infermieri presenti nelle graduatorie?  L’Assessore invece di ricercare volontari si attivi per autorizzare queste assunzioni subito e si attivi inoltre per autorizzare i fondi della legge di bilancio per le prestazioni aggiuntive come hanno già fatto alcune altre regioni.

Non ci sono per niente buoni segnali dagli ospedali da parte di chi si è dovuto far carico di prima e seconda ondata, sia da parte di chi è coinvolto direttamente in prima linea e sia da parte di chi gestisce.

Certamente non è rassicurante sentire che dobbiamo affidarci al volontariato. Ci aspettiamo risposte chiare e tempestive senza le quali diventerà difficile restare in silenzio”.

17/04/2021 

Sanità

Covid-19: accordo della Regione Piemonte con i farmacisti per i vaccini Pzifer e Moderna

Regione Piemonte, Federfarma e Assofarm hanno definito il percorso che consentirà ai farmacisti di somministrare anche […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 865 nuovi casi e 25 decessi. 1.809 i pazienti guariti rispetto a ieri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle ore 17,00 di oggi, sabato 17 aprile, l’Unità di […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Rivarolo: lo straziante saluto della città ai coniugi Dighera. Domani 18 aprile è lutto cittadino

Rivarolo Canavese si è fermata, nel primo pomeriggio di oggi, sabato 17 aprile, per tributare l’ultimo […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Pensionato di Corio esce di strada con l’auto, si schianta contro un albero e finisce in ospedale

Un pensionato settantenne è stato ricoverato in ospedale a Ciriè in seguito a un incidente stradale […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Telefonata anonima in ospedale contro il pluriomicida: “Stacchiamo la spina a Tarabella”

“Stacchiamo la spina a Tarabella”: la telefonata anonima è giunta all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino […]

leggi tutto...

16/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 1.200 nuovi casi. 38 i decessi. Cala la pressione sulle terapie intensive

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, venerdì 16 aprile, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy