18/11/2016

Economia

Gran Paradiso, in aumento i visitatori stranieri. E il turismo naturalistico diventa volano economico

Ceresole Reale

/
CONDIVIDI

Si recano a visitare il Parco del Gran Paradiso soprattutto nel fine settimana. Sono i turisti italiani che approfittano del week-end per scoprire le tante attrattive di un’area naturalistica unica in Europa. L’arrivo dei turisti stranieri, invece, mostra un andamento costante durante tutta la settimana. All’interno del Parco la presenza più massiccia tra i turisti stranieri è rappresentata dai dai francesi e dagli svizzeri, complice la vicinanza sia al versante piemontese che a quello valdostano. Seguono a ruota i belgi e gli olandesi. I visitatori provenienti da questa quattro nazioni europee rappresenta il 60% delle presenze estere. Un dato significativo che fotografa una situazione fluida e che connota il Parco del gran Paradiso come un importante volano dell’economia territoriale.

I turisti italiani che prediligono l’area naturalistica protetta arrivano principalmente dal Nord, grazie anche all’efficiente rete autostradale che consente in pochissime ore di recarsi nel Parco. Lombardia e Liguria la fanno da padrone, ad eccezione di Roma. Decisamente rari i visitatori provenienti dalle regioni del Sud. Lo studio sull’affluenza turistica di provenienza nazionale ed estera, commissionato dal Parco è stato presentato nella mattinata di giovedì 17 novembre a Cogne in Valle d’Aosta. Per effettuare lo studio è stato utilizzato l’innovativo strumento dei Bing Data. I dati raccolti serviranno ad attivare azioni di comunicazione che coinvolgano le altre regioni italiane.

Quello della promozione a largo raggio a livello nazionale potrà fare in modo che il Parco Nazionale del Gran Paradiso possa diventare un’attrattiva di sicuro interesse per tutta la penisola. Ma non è tutto: i dati raccolti serviranno all’ente di gestione per implementare itinerari che coinvolgano entrambi i versanti: tra questi figura il progetto denominato “Giroparco Gran Paradiso” che coinvolge in parte i percorsi offerti dalle mulattiere reali. Un progetto che è già avviato ed è in fase di implementazione. “Dallo studio emerge che l’area del Gran Paradiso può rappresentare un valore significativo per le strategie turistiche delle due regioni – commenta Italo Cerise, presidente dell’Ente Parco -.  Riteniamo quindi che rendere disponibili i dati vada nell’ottica di una sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte, al fine di migliorare l’offerta turistica e contribuire allo sviluppo sostenibile del territorio, in un momento in cui il turismo naturalistico è tra i più richiesti nei segmenti di mercato”. Una constatazione che dimostra come il turismo naturalistico sia uno strumento economico di primaria importanza che va, sicuramente potenziato.

Dov'è successo?

17/05/2021 

Sport

Si conclude la prima parte del Giro d’Italia. Il canavesano d’adozione Egan Bernal è maglia rosa

È di Egan Bernal, il colombiano canavesano d’adozione, la maglia rosa della prima parte del Giro […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 207 nuovi casi positivi. La pandemia retrocede. 10 i decessi. Oltre 600 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, lunedì 17 maggio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Cronaca

Variante alla Sp 460, Mauro Fava (Lega): “Ascolteremo il territorio per migliorare il progetto”

La Giunta regionale ha deliberato lo stanziamento dei 200mila euro, già annunciati, per la nuova progettazione […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Cronaca

Previsioni del tempo: ancora clima instabile. Pioggia e sole si alterneranno per tutta la settimana

La terza settimana di maggio si apre con condizioni meteo incerte sul nostro paese: sembrava che […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Cronaca

San Giusto Canavese: violento scontro tra due auto nel centro storico. Due donne in ospedale

Due donne ferite in uno scontro tra auto che ha avuto luogo intorno alle 17,00 di […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Cronaca

Ristori montagna per la pandemia: quasi 27 milioni al Piemonte per imprese e maestri di sci

Ammonta a 26,8 milioni di euro la quota destinata al Piemonte dalla ripartizione effettuata dalla Conferenza […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy