Feriti per l’esplosione dei petardi. Nell’Eporediese tre giovani finiscono in pronto soccorso

01/01/2020

CONDIVIDI

In diminuzione, rispetto allo scorso anno, il numero di coloro che hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici

Feriti mentre facevano esplodere i “botti” per festeggiare l’arrivo del Nuovo Anno. Tre giovani hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici. I sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea hanno medicato un 24enne residente a Salerano che ha riportato ustioni agli arti superiori a causa dell’esplosione dei fuochi di artificio.

I sanitari hanno emesso una prognosi di 10 giorni. Ma non basta: per un giovane di 21 anni, residente a Ivrea si è reso necessario l’intervento dei medici ospedalieri a causa delle escoriazioni agli arti superiori causate dall’esplosione ravvicinata di un petardo.

Un ragazzo di Strambino, infine, si è procurato una ferita alla mano destra. I medici lo hanno giudicato guaribile in otto giorni. Notizia positive sul fronte dei ricorsi ai pronto soccorso degli ospedali di Chivasso, Ivrea e Ciriè: rispetto allo scorso anno i feriti non in drastico calo. Segno che le raccomandazioni delle forze dell’ordine e i sequestri di materiale esplodente hanno sortito l’effetto sperato.

Leggi anche

26/09/2020

Volpiano: “Family Care”, l’albo comunale per baby-sitter per fornire supporto alle famiglie

“Family Care Volpiano” è l’iniziativa dell’amministrazione comunale per fornire alle famiglie un supporto nella ricerca di […]

leggi tutto...

26/09/2020

Coronavirus in Piemonte: un decesso (zero oggi), 107 nuovi contagiati e 60 pazienti guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che, alle 16,30 di oggi, sabato 26 settembre, i […]

leggi tutto...

26/09/2020

Piverone e Roppolo in lutto per la scomparsa a 56 anni di Tiziano Bonato, caposquadra Aib

È prematuramente scomparso all’età di 56 anni Tiziano Bonato, caposquadra del corpo Aib e da sempre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy