Feletto: i carabinieri inseguono i ladri di appartamento. Arrestato 23enne. Fuggiti i complici

21/11/2019

CONDIVIDI

Su disposizione della Procura di Ivrea l’uomo veniva tratto in arresto e condotto presso il carcere di Ivrea, in attesa dell’udienza di convalida. Indagini in corso

I carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un giovane albanese: K.V., di anni 23, celibe, senza fissa dimora, fuggito con alcuni complici a bordo di un’autovettura rubata, dopo aver saccheggiato un appartamento. E’ accaduto la scorsa sera, nel territorio del comune di Feletto, quando i militari dell’Arma sono stati allertati a seguito della consumazione di un furto all’interno di una abitazione, ove era stata segnalata la presenza di tre malviventi intenti ad allontanarsi alla guida di una autovettura di colore scuro.

Prontamente attivate le pattuglie in servizio perlustrativo, poco dopo, un equipaggio del nucleo radiomobile della Compagnia di Ivrea ha intercettato lungo la ex strada statale 460, un veicolo sospetto, con a bordo tre soggetti e dopo averne riconosciuto la targa, diramata giorni addietro a seguito di un furto operato nel comune di Caluso, ha invertito la marcia, ponendosi al suo inseguimento.

I fuggitivi hanno deciso ben presto di abbandonare il mezzo sul ciglio della strada, venendo inseguiti a piedi, nei campi, dai militari, che sono riusciti ad acciuffare un malvivente, mentre i due complici facevano perdere le loro tracce. Nel marsupio del fermato i militari hanno rinvenuto attrezzi da scasso utilizzati dall’uomo per introdursi sia all’interno dell’appartamento di Feletto sia, poche ore prima, in altra abitazione attigua (non riuscendo in questo caso ad asportare nulla), mentre all’interno del veicolo abbandonato sono stati recuperati numerosi capi di abbigliamento, sottratti dai malviventi all’interno dell’appartamento e restituiti al legittimo proprietario.

Su disposizione della Procura di Ivrea l’uomo veniva tratto in arresto e condotto presso il carcere di Ivrea, in attesa dell’udienza di convalida. Le indagini, al momento, sono ancora in corso, sia per risalire ai complici che per accertare le responsabilità in merito ad analoghi eventi consumati nel recente periodo, nel territorio canavesano.

Leggi anche

29/09/2020

Baseball: i “ragazzi” del “Redclay” di Castellamonte primeggiano sul Novara e accedono alle fasi nazionali

Si è concluso con un altro successo la stagione di baseball per i “ragazzi” della società […]

leggi tutto...

29/09/2020

Femminicidi: sul territorio metropolitano creata una rete di aiuto per gli uomini che odiano le donne

Preoccupa l’ondata di violenze familiari, culminata in questi ultimissimi giorni con l’uccisione di una donna da […]

leggi tutto...

29/09/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, 29 settembre, registrati due decessi, cento contagi e 55 guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che, alle 18,00 di oggi, martedì 29 settembre, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy