03/11/2015

Cronaca

Eporediese, una giovane accusa un noto ristoratore: “Mi ha violentata più volte”

Ivrea

/
CONDIVIDI

Alla fine ha trovato il coraggio di recarsi dai carabinieri e di denunciare il suo datore di lavoro che l’avrebbe ripetutamente violentata. Non è stata una scelta facile. Così com’è stato orrendo subire prima le morbose attenzioni dell’uomo ed essere costretta poi a cedere alla violenza.

La ragazza italiana, appena vent’anni, risiede in un comune dell’Eporediese. Il presunto violentatore è un noto ristoratore canavesano di 64 anni, che risiede nello stesso paese della ragazza che, dopo presunti ripetuti abusi si è rivolta agli uomini dell’Arma: “Sono disperata. Fate qualcosa. Quell’uomo mi ha violentata più volte” avrebbe dichiarato in lacrime. La ragazza aveva iniziato a lavorare nel ristorante soltanto qualche settimana prima. Il copione è sempre lo stesso: dapprima i sorrisi, i complimenti, le prime moleste carezze, gli esagerati complimenti fino quando si è consumata la violenta, cieca e bieca.

Sulla squallida vicenda la procura della Repubblica di Ivrea ha aperto un fascicolo. La ragazza è sull’orlo dell’esaurimento nervoso. L’ultimo episodio avrebbe avuto luogo lo scorso mese. Alla fine del turno, stando al racconto reso agli uomini dell’Arma, il ristoratore avrebbe atteso che il locale fosse vuoto e avrebbe approfittato di lei. Ancora una volta. L’ennesima. La ragazza alla fine si è confidata a un’amica che l’ha convinta a parlarne alla famiglia e poi le ha consigliato di rivolgersi ai carabinieri. E’ stata l’amica ad accompagnarla in caserma. Dopo la denuncia la donna è stata visitata all’ospedale di Ivrea dove i medici hanno riscontrato lesioni compatibili con una ripetuta violenza sessuale.

Il presunto violentatore, sposato e padre di famiglia, avrebbe negato ogni addebito. Nei suoi confronti è scattata, al momento, soltanto la denuncia. In ogni caso la procura, pur muovendosi con la dovuta circospezione, ha intenzione di vedere chiaro nella vicenda. Le indagini dei carabinieri continuano.

Dov'è successo?

17/04/2021 

Sanità

Covid-19: accordo della Regione Piemonte con i farmacisti per i vaccini Pzifer e Moderna

Regione Piemonte, Federfarma e Assofarm hanno definito il percorso che consentirà ai farmacisti di somministrare anche […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 865 nuovi casi e 25 decessi. 1.809 i pazienti guariti rispetto a ieri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle ore 17,00 di oggi, sabato 17 aprile, l’Unità di […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Rivarolo: lo straziante saluto della città ai coniugi Dighera. Domani 18 aprile è lutto cittadino

Rivarolo Canavese si è fermata, nel primo pomeriggio di oggi, sabato 17 aprile, per tributare l’ultimo […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Pensionato di Corio esce di strada con l’auto, si schianta contro un albero e finisce in ospedale

Un pensionato settantenne è stato ricoverato in ospedale a Ciriè in seguito a un incidente stradale […]

leggi tutto...

17/04/2021 

Cronaca

Telefonata anonima in ospedale contro il pluriomicida: “Stacchiamo la spina a Tarabella”

“Stacchiamo la spina a Tarabella”: la telefonata anonima è giunta all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino […]

leggi tutto...

16/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 1.200 nuovi casi. 38 i decessi. Cala la pressione sulle terapie intensive

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, venerdì 16 aprile, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy