02/01/2019

Economia

Canavese: niente rincari del pedaggio autostradale. Aumento, invece, per il traforo del Monte Bianco

Quincinetto

/
CONDIVIDI

Nel 90% della rete autostradale della Penisola l’arrivo del nuovo anno non coinciderà con i rincari dei pedaggi autostradali e così sarà anche per i tratti che riguardano il Canavese e il Piemonte. Sull’A5 Torino-Aosta, il costo del transito nel tratto compreso tra il capoluogo e Quincinetto è rimasto invariato mentre da ieri, primo gennaio 2019, percorrere l’autostrada in Valle d’Aosta costerà in media il 6,32% in più compreso il tratto che porta al traforo del Monte Bianco. La società Ativa ha deciso di non applicare nessun aumento a dispetto del fatto che la convenzione con il ministero dei Trasporti sia scaduta da oltre un anno. La società gestisce l’autostrada A5 fino al confine veldostano, la bretella autostradale Ivrea-Santhià e la tangenziale di Torino.

Nessun aumento, quindi, per il biglietto di accesso alla tangen ziale per i viaggiatori canavesani e per la percorrenza fino alla barriera autostradale di Rondissone. Costi invariati anche per il pedaggio dell’A4 Torino-Milano. Per quanto invece concerne il tronco autostradale Valdostano la Rav (la società concessionaria) ha evidenziato che l’incremento del pedaggio non verrà applicato ai pendolari e ai residenti in Valle d’Aosta che posseggono veicoli di classe A, quali motocicli e autovetture e che siano provvisti di Telepass: condizione essenziale è che siano aderenti al sistema di agevolazioni a loro riservato e che ne facciano richiesta alla società concessionaria (2 transiti gratuiti ogni 4 e suoi multipli, fino ad un massimo di 48 transiti mensili).

E non è tutto: fino alla fine dell’anno in corso rimangono immutate le agevolazioni Telepass concesse dalla società che gestisce il tratto autostradale come, ad esempio l’utilizzo gratuito della tangenziale di Aosta e le riduzioni di importo applicate ai transiti in entrata e in uscita agli svincoli liberi di Aosta Ovest e di Morgex. Provvedimenti che, in quale modo, ammortizza non poco la stangata fiscale legata al pedaggio che colpirà la gran parte degli autotrasportatori e degli automobilisti.

24/10/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 160 nuovi contagi su oltre 35 mila tamponi. In risalita le terapie intensive

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, domenica 24 ottobre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

24/10/2021 

Cronaca

Aumentano i fondi a sostegno dei più fragili. La Regione Piemonte stanzia 2,3 milioni ai Centri per le famiglie

Grazie all’incremento delle risorse statali, la Regione Piemonte stanzia quasi 2,3 milioni di euro a favore […]

leggi tutto...

24/10/2021 

Cronaca

Castellamonte: drammatico incidente stradale sulla “Pedemontana”. Due i feriti in ospedale

Due auto distrutte e due feriti: è il drammatico bilancio di un grave incidente stradale che […]

leggi tutto...

24/10/2021 

Cronaca

Quincinetto: cacciatore scivola per 200 metri sul fianco della montagna. Salvato in extremis

Un cacciatore di 40 anni, residente a Valchiusa, impegnato in una battuta nei pressi della Bocchetta […]

leggi tutto...

23/10/2021 

Cronaca

Controlli della Polstrada sulla Tangenziale Nord: numerosi gli automobilisti ubriachi. 15 patenti ritirate

Numerosi controlli sono stati svolti dalla Polizia Stradale, Specialità della Polizia di Stato, nel fine settimana […]

leggi tutto...

23/10/2021 

Cronaca

Trasporti Caselle-Torino, il consigliere regionale Avetta (Pd): “Un servizio pessimo e inaccettabile”

Pendolari esasperati, corse “saltate”, il viaggio per studio o per lavoro che si trasforma più che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy