Confindustria: il trasporto merci intermodale unica soluzione per abbattere i costi logistici

21/07/2020

CONDIVIDI

I limiti dell’attuale infrastruttura ferroviaria pregiudicano qualità e costi del servizio, rendendo poco appetibile il trasporto intermodale. La Torino-Lione risolverebbe il problema

Confindustria Piemonte e Confindustria Lombardia non hanno dubbi di sorta: nell’interscambio Italia-Francia, l’intermodalità è relegata a una quota del tutto marginale, in netto contrasto con la situazione degli altri valichi alpini: 6,7% la quota modale ferrovia dei valichi con la Francia (Frejus-Ventimiglia) contro il 69,9% dei valichi con la Svizzera (Gottardo-Sempione) e il 29,7% con l’Austria (Brennero-Tarvisio). Allo stesso tempo lo sviluppo di sistemi di trasporto e logistici sostenibili per l’ambiente e capaci di fornire alle imprese un servizio efficiente e di qualità per assecondarne la ripresa e supportare il mercato delle esportazioni/importazioni è quanto mai necessario. Il traffico merci tra Italia e Francia e con i Paesi limitrofi – Spagna, Belgio, Regno Unito – esiste ed è rilevante quanto a volumi attuali e a prospettive future ed è il secondo per importanza dopo quello con la Germania.

È ormai assodato, viene spiegato, che i limiti dell’attuale infrastruttura ferroviaria pregiudicano qualità e costi del servizio, rendendo poco appetibile il trasporto intermodale, mentre la nuova linea Torino-Lione, grazie alle caratteristiche peculiari dei corridoi TEN-T e a un notevole incremento delle tracce orario (dalle attuali 60 teoriche a 200 per il solo traffico merci) permetterà il transito di treni da 2.000 tonnellate, lunghezza 740 metri e sagoma P80-410 idonea per il trasporto di semi-rimorchi da 4,00 metri nonché una gestione ottimizzata delle circolazioni, rendendo competitivo il sistema ferroviario rispetto al tutto strada.

Da questi presupposti muove il gruppo di lavoro voluto dalle Confindustrie di Lombardia e Piemonte con Assologistica per proporre interventi, da qui alla data di attivazione del tunnel, mirati a rafforzare la competitività del trasporto ferroviario intermodale nelle relazioni Italia-Francia e porre già le condizioni per sfruttare al meglio la capacità della nuova linea quando sarà disponibile, nel 2030.

Leggi anche

23/09/2020

Carema: la Festa dell’Uva al tempo del Covid. Il 26 in un solo giorno una miriade di appuntamenti

Un solo giorno, sabato 26 settembre, per la sessantottesima edizione della Festa dell’Uva e del Vino di Carema, ma […]

leggi tutto...

23/09/2020

Bairo: l’associazione canavesana “DiscoVintage” presenta sabato 26 il “Dj Set Experience Rock”

Proseguono le attività di “DiscoVintage”, l’associazione culturale/musicale costituita da Dj e Speaker che hanno scritto pagine […]

leggi tutto...

23/09/2020

Baseball: Edoardo Zingarelli convocato in Nazionale. Gran festa al “Redclay” di Castellamonte

Baseball: Edoardo Zingarelli convocato in Nazionale. Gran festa al “Redclay” di Castellamonte. Festa grande tra i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy