Violenti nubifragi spazzano l’Alto Canavese. Frane sulle strade delle Valli Orco e Soana

11/06/2018

CONDIVIDI

"Bombe d'acqua" a Ivrea e a Chiaves in Val di Lanzo. Frane e smottamenti sulla ex statale 460 e sulla provinciale 47 per Ingria. E' allerta gialla fino a martedì prossimo

Nubifragi e “bombe d’acqua”: quella di domenica 10 giugno è stata una giornata da dimenticare per il Piemonte e, in particolare, per il Canavese. L’ondata di maltempo ha causato ingenti danni nelle Valli Orco e Soana. A causa di un violento nubifragio che ha causato diversi smottamenti sulle strade delle valli Orco e Soana, la provinciale 47 risulta interrotta in località Montelavecchia, tra Ingria e Ronco Canavese. I detriti hanno invaso l’intera carreggiata. Al momento si viaggia a senso unico alternato.

Sul posto è prontamente, intervenuta una pala meccanica del servizio tecnico del Comune di Ingria per consentire il passaggio dei veicoli di emergenza . In queste ore il personale della Città Metropolitana sta monitorando il fenomeno per lo sgombero dell’intera carreggiata. Attualmente la circolazione é a senso unico alternato.

Anche la ex strada statale 460 che attraversa l’intero Canavese è stata oggetto di diverse frane: alcune abitazioni per diverse ore sarebbero state isolate nel territorio del comune di Locana. La violenza delle “bombe d’acqua” si è scatenata anche a Ivrea e a Chiaves in Val di Lanzo. Disagi anche a anche a Monastero Lanzo, dove la strada provinciale 31 è rimasta parzialmente bloccata a causa di alcuni smottamenti che hanno parzialmente ostruito la sede stradale.

Entro martedì prossimo, i violenti temporali, che potrebbero essere accompagnati da grandinate e forti raffiche di vento, dovrebbero esaurirsi. In ogni caso fino ad allora l’allerta gialla rimane in vigore sia in Canavese che in tutto il Piemonte.

Dov'è successo?

Leggi anche

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

18/10/2018

“Canavesana” più sicura: Regione e Rfi firmano il protocollo sicurezza. Lavori in tempi rapidi

Verrà firmato a breve il protocollo tra Regione Piemonte e Rfi che consentirà di dare il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy