Trasporti, il Gtt: “I pendolari stiano tranquilli. La Canavesana è assolutamente sicura”

Rivarolo Canavese

/

27/07/2016

CONDIVIDI

Il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno, dopo il disastro ferroviario che ha avuto luogo in Puglia, ha immediatamente contattato la società

Sulla tratta ferroviaria Canavesana gestita dal Gruppo Torinese Trasporti, benchè i convogli ferroviari viaggino ancora su un solo binario, non potrebbe mai accadere una tragedia come quella che ha avuto luogo in Puglia sulla Andria-Corato, dove si viaggia su un unico binario nonostante da anni ne sia stato finanziato il raddoppio e che è costata la vita a 27 passeggeri.

Il disastro accaduto in Puglia ha preoccupato non poco le migliaia di pendolari che tutti i giorni viaggiano a bordo dei convogli del Gtt. Una preoccupazione nutrita anche da numerosi amministratori locali, primo fra tutti il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno, che, all’indomani del disastro ferroviario pugliese ha preso il telefono e ha immediatamente contattato i vertici del Gruppo Torinese Trasporti. “Quanto mi è stato riferito nel corso del colloquio mi ha tranquillizzato non poco – dichiara il primo cittadino -. Mi è stato esplicitamente assicurato che con i sofisticatissimi sistemi di supervisione e anticollisione attualmente in uso, un episodio come quello occorso in Puglia, in Canavese non potrebbe mai accadere”. In sintesi: sulla linea a binario unico che collega Rivarolo Canavese a Settimo Torinese è in funzione un blocco di sicurezza elettromeccanico che non consente di far viaggiare due convogli nel tratto compreso tra due stazioni.

E non è tutto: la tratta ferroviaria  tra Rivarolo e Pont Canavese è ancora più sicura perché è percorsa da vecchie littorine diesel che compiono sia l’andata che il ritorno. I problemi forse sono altri: uno fra tutti la pericolosità dei passaggi a livello come ha dimostrato l’incedente che si è verificato sulla Torino-Ceres e che ha di fatto interrotto il traffico ferroviario per diversi mesi a causa dell’incendio scoppiato nella stazione ferroviaria di Ciriè a causa del passaggio di un furgone che ha urtato il braccio meccanico del passaggio a livello che è finito contro la linea ad alta tensione.

“Quel che conta, al di là di tutto, è che chi viaggia quotidianamente sui treni Gtt, al di là delle migliorie che si possono apportare – conclude il sindaco Alberto Rostagno -, è che i viaggiatori possano recarsi a scuola e al lavoro in tutta tranquillità”.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/10/2019

E’ di Levone il piccolo genio della matematica che a 11 anni ha sbaragliato migliaia di concorrenti

Frequenta la scuola media all’Istituto comprensivo di Caselle, lo studente 11enne di Levone che si è […]

leggi tutto...

20/10/2019

Leinì: la 23enne Denise è morta in un tragico incidente stradale. Il ricordo disperato del padre e degli amici

Denise Puglia, 23 anni, residente ad Alice Superiore in Val di Chy e Angelo Raffaele Torchia, […]

leggi tutto...

20/10/2019

Vische-Mazzè: banda di ladri fa saltare in aria due bancomat. I carabinieri sulle tracce dei malviventi

Intorno alle 1,30 circa della notte di domenica 20 ottobre,  a Vische e nella vicina Tonengo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy