Terribile incidente all’ingresso di Caluso: due bambini trasportati in ospedale in eliambulanza

Caluso

/

28/08/2017

CONDIVIDI

Le cause che hanno originato lo spaventoso incidente sono da appurare. Ferite anche tre donne. Nessuno è in pericolo di vita

Due bambini feriti e ferite anche le occupanti di due auto che si sono scontrate poco dopo le 18,00 a Caluso nei pressi dell’impianto semaforico situato all’incrocio tra via Circonvallazione e via Piave. La dinamica del gravissimo incidente che ha coinvolto una Fiat 600 e una Fiat Grande Punto, è ancora in via di accertamento.

Due bambini (un maschietto di due anni e una femminuccia di 3) sono stato trasportati a bordo dell’eliambulanza del 118 all’ospedale infantile “Regina Margherita” di Torino.

Sulla Fiat 600 viaggiavano due donne: Stefania D. di Bairo e Fabiola R. , abitante a Torino. Sull’auto viaggiavano i due bambini figli di Fabiola R. La Fiat Grande Punto era condotta da Letizia T., 28 anni, residente a Macerata.

Sul luogo dell’incidente stradale oltre a quello del 118 è atterrato anche quello di vigili del fuoco e i pompieri di Ivrea e Montanaro, due ambulanze della Croce Rossa e i carabinieri del nucleo radiomobile di Chivasso che hanno effettuato i rilievi necessari insieme agli agenti della polizia municipale per ricostruire la dinamica del sinistro. Nessuno dei feriti è grave.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

16/08/2018

Mamma canavesana di 33 anni, incinta di sette mesi, muore nel sonno per arresto cardiocircolatorio

Aveva soltanto 33 anni Alessandra Fausti, canavesana di nascita ma residente a Carpenedolo, località in provincia […]

leggi tutto...

Caravino

/

16/08/2018

Orrore a Caravino: uccisa a fucilate una cucciola di San Bernardo. Lo sdegno del popolo del web

Una cucciola di otto mesi di razza San Bernardo è stata uccisa da un colpo di […]

leggi tutto...

Strambinello

/

16/08/2018

Il senatore Eugenio Bozzello lancia una petizione sul web per bloccare il traffico pesante sul Ponte Preti

Una petizione on line con l’obietivo di chiedere e ottenere la messa in sicurezza del “famigerato” […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy