Terribile incidente all’ingresso di Caluso: due bambini trasportati in ospedale in eliambulanza

Caluso

/

28/08/2017

CONDIVIDI

Le cause che hanno originato lo spaventoso incidente sono da appurare. Ferite anche tre donne. Nessuno è in pericolo di vita

Due bambini feriti e ferite anche le occupanti di due auto che si sono scontrate poco dopo le 18,00 a Caluso nei pressi dell’impianto semaforico situato all’incrocio tra via Circonvallazione e via Piave. La dinamica del gravissimo incidente che ha coinvolto una Fiat 600 e una Fiat Grande Punto, è ancora in via di accertamento.

Due bambini (un maschietto di due anni e una femminuccia di 3) sono stato trasportati a bordo dell’eliambulanza del 118 all’ospedale infantile “Regina Margherita” di Torino.

Sulla Fiat 600 viaggiavano due donne: Stefania D. di Bairo e Fabiola R. , abitante a Torino. Sull’auto viaggiavano i due bambini figli di Fabiola R. La Fiat Grande Punto era condotta da Letizia T., 28 anni, residente a Macerata.

Sul luogo dell’incidente stradale oltre a quello del 118 è atterrato anche quello di vigili del fuoco e i pompieri di Ivrea e Montanaro, due ambulanze della Croce Rossa e i carabinieri del nucleo radiomobile di Chivasso che hanno effettuato i rilievi necessari insieme agli agenti della polizia municipale per ricostruire la dinamica del sinistro. Nessuno dei feriti è grave.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/01/2019

Dramma a Usseglio: bimba di 10 anni cade mentre scia. E’ in rianimazione al “Regina Margherita”

Un altro grave in cidente su una pista da sci: una bambina di 10 anni è […]

leggi tutto...

Caselle

/

17/01/2019

Aeroporto di Caselle: mancano all’appello 20 rotte aeree. Fly Torino: “Si rischia un’estate di crisi”

Il rischio è concreto: la prossima estate potrebbe rivelarsi come qualla più infausta degli ultimi anni […]

leggi tutto...

Ivrea

/

17/01/2019

Costrinse la figlia ad assistere ai rapporti sessuali avuti con l’amante. A processo un 57enne

Avrebbe costretto la figlia ad assistere ai rapporti sessuali consumati con l’amante: a processo è finito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy