Disabili intellettivi: al lago di Candia il Trofeo Rotary Club Cuorgnè e Canavese di canottaggio indoor

Candia

/

10/03/2019

CONDIVIDI

Appuntamento sabato 23 e domenica 24 marzo 2019 presso la Società Canottieri Candia. I canottieri Special Olympics di tutta Italia si riuniranno il 23 e 24 marzo 2019 per un match spettacolare di gare di canottaggio indoor su varie distanze, con il coinvolgimento di partners affiatati che nelle staffette si alterneranno agli atleti

Sabato 23 e domenica 24 marzo 2019 presso la Società Canottieri Candia 2010 si terrà la prima edizione della Coppa Rotary Cuorgnè e Canavese, trofeo di Canottaggio Indoor legato alle competizioni di Special Olympics. La manifestazione è organizzata in collaborazione con la “Società Canottieri Armida” di Torino, e avviene in concomitanza con il Meeting Nazionale Giovanile, organizzato dalla Federazione Italiana Canottaggio.

Le competizioni Special Olympics consentono agli atleti partecipanti e con una forte passione sportiva di mettersi alla prova nelle loro specialità, al motto di “che io possa vincere, ma se non ci riuscissi che io possa tentate con tutte le mie forze”.
Il movimento Special Olympics è nato nel 1968 negli Stati Uniti. La missione di questo movimento è di promuovere la pratica sportiva per persone con disabilità intellettiva, dando loro continue possibilità di sviluppo fisico e psichico, e facendo dimostrare loro coraggio e resistenza. Lo sport, in questo caso, è un mezzo per favorire la crescita personale, l’autonomia e la piena integrazione.

I canottieri Special Olympics di tutta Italia si riuniranno a Candia il 23 e 24 marzo 2019 per un match spettacolare di gare di canottaggio indoor su varie distanze, con il coinvolgimento di partners affiatati che nelle staffette si alterneranno agli atleti.
Contemporaneamente verranno coinvolte le associazioni del territorio per un evento di “prova lo sport”, in modo da poter diffondere la pratica della attività remiera anche in altre realtà.

Questo il programma delle gare

Il programma delle gare prevede, per sabato 23 marzo, alle 9:30 la sfilata delle delegazioni e degli atleti provenienti da tutta Italia, e competizioni in batteria dalla 10:30 alle 12:30 e dalle 15 alle 19:30. A partire dalle 15 sarà possibile, per chi voglia approfondire la tecnica di questo sport, cimentarsi in prove e simulazioni di gara.Domenica 24 marzo a partire dalle 9:30 e per tutta la mattinata si terranno le finali, e a seguire le staffette conclusive e le premiazioni delle gare.

Indoor rowing: cos’è e perché si pratica

Utilizzato dai canottieri come efficace strumento di allenamento, il remoergometro è un attrezzo meccanico che simula fedelmente il gesto della remata del canottiere.
Tutti i remoergometri sono costituiti da un meccanismo di frenatura o di smorzamento di energia, collegato ad una catena alla cui estremità è presente un manicotto. L’intensità della frenatura può essere regolata, simulando l’attrito della pala quando incontra l’acqua durante la remata.

Il remoergometro viene generalmente utilizzato dagli atleti e dalle scuole di canottaggio per gli allenamenti invernali, e come strumento propedeutico e di diffusione sportiva presso gli istituti scolastici. Divenuto quasi uno sport a sé stante dal canottaggio, in tutto il mondo si organizzano competizioni nazionali e mondiali. Le competizioni si terranno presso il Circolo Canottieri Candia 2010, Strada Sottorivara n. 2 – Candia Canavese. Per gli atleti e gli accompagnatori saranno organizzati servizi di transferimento dai luoghi di pernottamento ai luoghi di gara

Leggi anche

25/08/2019

Lavoro: 6 milioni di euro stanziati dalla Regione per consentire ai comuni di assumere gli over 58

Ammonta a più di 6 milioni di euro l’erogazione, da parte della Regione, dei fondi messi […]

leggi tutto...

25/08/2019

Balme: trovato cadavere il pastore disperso in Val d’Ala. E’ forse precipitato da un versante impervio

E’ stato ritrovato cadavere nel tardo pomeriggio di oggi. domenica 25 agosto, il pastore 45enne di […]

leggi tutto...

25/08/2019

Balme: si reca al pascolo e non ritorna a valle. Ricerche in corso per ritrovare pastore 45enne

Il mattino era partito, come di consueto, per raggiungere il Pian della Mussa per far pascolare […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy