San Maurizio: Silvia Pavia, scomparsa il 26 aprile, è stata ritrovata cadavere a Oulx in Val di Susa

San Maurizio Canavese

/

16/05/2017

CONDIVIDI

Il corpo non presenta segni di violenza. Si fa strada tra gl'investigatori, l'ipotesi che possa essersi tolta la vita. Ma ci sono troppi elementi che non quadrano

 Il cadavere di Silvia Pavia, 51 anni, scomparsa il giorno 26 luglio dal maneggio di San Maurizio Canavese è stato ritrovato nella mattinata di oggi, martedì 16 aprile, dai carabinieri a Oulx in Val di Susa, nella stessa valle dove la famiglia possiede una casa a Beaulard. Gl’investigatori hanno dapprima trovato la 500 color grigio metallizzato con la quale si era allontanata dal maneggio “la Favorita” dove custodiva suo amato cavallo Amilcare, alle 10,30 di quel maledetto 26 aprile. Poi è stato rivenuto il corpo senza vita. L’ultimo appello che il fratello Carlo le ha rivolto nel pomeriggio di ieri 15 maggio dalle telecamere di “Pomeriggio Cinque” condotto da Barbara d’Urso sono cadute nel vuoto.

Sul corpo nessun segno di violenza. Si pensa a un suicidio

Nessuna fuga sentimentale, come si era ipotizzato in un primo momento (tra la l’altro Silvia Pavia vive con il compagno a Torino e Montecarlo) e probabilmente sono si tratta neanche di un rapimento come la situazione stava facendo pensare. Sul corpo non sono stati rilevati segni di violenza. E’ probabile, ma è ancora tutto da confermare, che quella depressione della quale soffriva l’abbia in qualche modo indotta a togliersi la vita. Eppure ci sono tanti elementi che non quadrano in questa brutta e tragica vicenda di cronaca. Silvia Pavia si è allontanata dal maneggio di San Maurizio Canavese, con addosso il completo da amazzone, a bordo della sua Fiat 500. “Vado a fare due commissioni” aveva detto al personale. La vettura è stata inquadrata qualche minuto più tardi da una telecamera di sorveglianza a Borgaro mentre viaggiava in direzione di Caselle. Poi più nulla. Silvia Pavia non ha più dato notizie di sé. La sera avrebbe dovuto recarsi a casa dei genitori per festeggiare l’ottantunesimo compleanno  della mamma.

Il giorno della scomparsa ha incontrato un’amica a Torino

Eppure una sua amica, Simona, che gestisce un negozio di estetica a poche centinaia di metri da dove Silvia possiede una casa in via Rossini, ha raccontato di averla vista alle 19,00 del 26 aprile, poche ore dopo la scomparsa. Secondo il racconto della donna, Silvia Pavia non indossava più il completo da amazzone ma indossava un paio di jeans attillati. A casa pare non sia salita per cambiarsi. Il fidanzato è sicuro che non vi fosse nulla di diverso nell’alloggio rispetto al solito. E quindi? Silvia dove si sarebbe cambiata d’abito? L’amica ha asserito che quando l’ha incontrata il giorno della scomparsa le pareva andasse di premura. Aveva un appuntamento con qualcuno? Alle 14,00 di quello stesso giorno aveva l’appuntamento con la parrucchiera e che è stato disdetto per telefono.

Troppi quesiti per una morte che non ha ancora nessuna spiegazione

Le sue ultime parole sono state affidate alla 9,06 a un selfie corredato da un messaggino inviato al compagno “Bacio, ok a oggi pomeriggio”. Poi il silenzio più totale e il vuoto più nero. Il sue telefono cellulare è stato ritrovato con la suoneria silenziata nell’armadietto del maneggio in frazione Ceretta di San Maurizio insieme al portafogli. Poco prima di allontanarsi Silvia Pavia aveva cercato su internet informazioni sulle condizioni climatiche di Bardonecchia. Il giorno seguente sono scattate le ricerche: la famiglia aveva anche promesso una ricompensa di 2mila euro a chi avesse fornito informazioni utili al suo ritrovamento. In questi venti giorni sono giunte alcune segnalazioni che si sono rivelate infondate. Troppe domande circondano questa misteriosa morte. Quesiti ai quali dovranno fornire una risposta investigatori e inquirenti.

Dov'è successo?

Leggi anche

San Giorgio Canavese

/

11/12/2017

San Giorgio: nove bambini intossicati a scuola dal monossido di carbonio. Inchiesta della procura

Il monossido di carbonio si sarebbe diffuso nella palestra della scuola elementare “Carlo Ignazio Giulio” di […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

11/12/2017

Cuorgnè, regalo di Natale del Comune ai cittadini: da aprile per parcheggiare in centro si pagherà

Amara sorpresa per gli automobilisti a Cuorgnè: a partirte dalla prossima primavera per parcheggiare in centro […]

leggi tutto...

San Francesco al Campo

/

10/12/2017

San Francesco al Campo: ritrovate vuote le casseforti rubate che contenevano le pistole della polizia locale

Le ricerche dei carabinieri hanno dato i loro frutti: le due casseforti blindate che nei giorni […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy