Sacro Monte, l’assessore regionale al Turismo: “Intervenga la Diocesi per evitare la chiusura”

Belmonte

/

30/08/2017

CONDIVIDI

La regione Piemonte chiederà al Vescovo di mantenere un presidio di religiosi finché non sarà elaborata una strategia comune per la gestione e la valorizzazione del santuario

Salvataggio del Sacro Monte di Belmonte atto secondo: al termine del cosiddetto summit avvenuto nella mattinata di oggi tra l’assessore regionale alla cultura e Turismo Antonella Parigi, i sindaci del Canavese Occidentale e i consiglieri dell’ente di gestione le intenzioni della Regione sono state individuate. In primo luogo, oltre ad un sollecito incontro con la proprietà privata del sacro Monte, la Regione Piemonte ha intenzione di chiedere alla Diocesi di bloccare temporaneamente l’esodo dei tre frati francescani che finora hanno gestito la struttura religiosa e devozionale: in sostanza l’intenzione dell’assessore regionale Antonella Parigi è quella di fare in modo che la Diocesi di Ivrea continua a garantire la permanenza di un presidio religioso presso il santuario.

Adesso, tutto dipenderà dalle decisioni che assumerà nei prossimi giorni la Curia eporediese. Da canto suo l’assessore Antonella Parigi ha confermato che la prossima settimana convocherà un incontro con la Diocesi “alla quale chiederemo di garantire una presenza spirituale al Santuario, punto che ritengo fondamentale, per non far mancare una componente importante in un bene dalla forte identità religiosa, quali sono i Sacri Monti, e per mantenere l’identità di un luogo così significativo per il territorio – ha dichiarato Antonella Parigi –. Con l’Ente di gestione, inoltre, stiamo sviluppando un piano di rilancio turistico, e in particolare un percorso escursionistico che colleghi tutti i Sacri Monti, immaginando anche di allestire dei posti tappa. In un secondo momento avvieremo anche un dialogo con la proprietà del bene”. E non è tutto: l’amministratore regionale ha confermato come le istituzioni siano impegnate per trovare una soluzione che non solo garantisca il mantenimento dello stato dell’arte ma per garantire la valorizzazione e la conservazione del Sacro Monte.

Questo sopralluogo mi ha infine permesso di verificare la struttura è complessivamente in buone condizioni – conclude l’assessore alla Cultura e Turismo -. D’altra parte, alla luce dello scenario attuale e delle incertezze sul futuro di questo importante monumento, come Regione siamo più che mai impegnati per garantirne la conservazione e la valorizzazione, anche in ambito turistico, di concerto con le istituzioni del territorio”.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

16/08/2018

Mamma canavesana di 33 anni, incinta di sette mesi, muore nel sonno per arresto cardiocircolatorio

Aveva soltanto 33 anni Alessandra Fausti, canavesana di nascita ma residente a Carpenedolo, località in provincia […]

leggi tutto...

Caravino

/

16/08/2018

Orrore a Caravino: uccisa a fucilate una cucciola di San Bernardo. Lo sdegno del popolo del web

Una cucciola di otto mesi di razza San Bernardo è stata uccisa da un colpo di […]

leggi tutto...

Strambinello

/

16/08/2018

Il senatore Eugenio Bozzello lancia una petizione sul web per bloccare il traffico pesante sul Ponte Preti

Una petizione on line con l’obietivo di chiedere e ottenere la messa in sicurezza del “famigerato” […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy