Ronde del Canavese: Gino e Ravera assoluti vincitori di una memorabile edizione della gara

Rivarolo Canavese

/

27/02/2017

CONDIVIDI

Dopo il successo ottenuto ad inizio del mese di febbraio sulle strade liguri della Val Merula, il cuneese Alessandro Gino in gara con Marco Ravera sulla Ford Fiesta Wrc-Tamauto, si ripete sugli asfalti torinesi firmando il successo sulle strade canavesane

Dopo il successo ottenuto ad inizio del mese di febbraio sulle strade liguri della Val Merula, il cuneese Alessandro Gino in gara con Marco Ravera sulla Ford Fiesta Wrc – Tamauto si ripete sugli asfalti torinesi firmando il successo alla Ronde del Canavese. Il pilota Ford ha assunto fin dall’inizio il controllo della situazione con una condotta di gara veloce ed estremamente precisa. Vinceva infatti il primo passaggio sulla prova di Pratiglione precedendo di 6”2 Fabrizio Bianchi e Fabio Grimaldi all’esordio in gara sulla Ford Fiesta R5 . Gino si ripeteva anche nella seconda prova aggiungendo altri 7”7 al suo vantaggio su Bianchi che si confermava l’avversario più pericoloso.

Il ruolino di marcia di Gino non cambiava nemmeno sul terzo e quarto giro dove il vantaggio saliva fino a 26”8 sul Sanmarinese Denis Colombini che sistemato il set up della sua Skoda riusciva sul filo di lana a superare Bianchi per soli 9 decimi. Buona la prestazione dello svissero Ivan Ballinari in gara insieme a Paolo Pianca sulla Ford Fiesta in vista del via della stagione elvetica che il pilota di Lugano vuole provare a vincere dopo il secondo posto ottenuto nel 2016.

Quinti assoluti Patrich Gagliasso e Dario Beltramo a bordo della Ford Fiesta R5 della Roger Tuning. Alle spalle del driver carmagnolese concludono Augustino Pettenuzzo e Elio Tirone protagonisti di una testa coda sull’ultima prova speciale che ha danneggiato il posteriore della loro vettura facendo perdere una posizione in classifica. Mirko Pettenuzzo e Daniele Araspi concludono invece in settima posizione ad un solo decimo da Pettenuzzo senior a bordo della Ford Fiesta R5 .

La Ronde del Canavese ha coinciso con l’esordio piemontese dell’Abarth 124 condotta da Fabio Andolfi e Manuel Fenoli i quali concludono all’ottavo posto assoluto conquistando la vittoria nella classifica Under 25. Il carmagnoloese Gianfranco Vedelago in gara con Corrado Courthoud sulla Mitsubishi R4 è invece nono mentre la top ten è chiusa da Enrico Tortone e Cristiano Giovo i quali devono recriminare per una serie di errori che non hanno impedito all’imprendotore torinese di ben figurare.

Il memorial “Gino Bellan” viene conquistato per il secondo anno consecutivo da Giovanni Bausano e Andrea Scali a bordo della Peugeot 207 Super 2000 con la quale dopo una vigilia molto travagliata a causa di una uscita di strada nello shake down che ha costretto i meccanici Balbosca a fare gli straordinari, hanno conquistato la vittoria di classe.

Fra i ritiri eccellenti quello del novarese Franco Uzzeni poco soddisfatto del feeling sulla Ds3 wrc che guidava per la prima volta. Ritirati anche De Tommaso a causa di una toccata sulla Punto Abarth e Nicelli in gara con una delle due Abarth 124. Hanno concluso 54 equipaggi. La gara ha avuto il seguito di una decina di vetture per la “Parata” non in classifica.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy