Rocca Canavese: la madre accoltellata sta meglio. Il figlio, depresso, rimane in carcere a Ivrea

Rocca Canavese

/

21/06/2017

CONDIVIDI

Il Gip ha respinto la richiesta dei difensori di ricovero del ragazzo in una struttura specializzata

Sta meglio Daniela Breda, la donna di 54 anni accoltellata dopo una lite nel pomeriggio di domenica 18 giugno dal figlio di 21 anni Manuele Di Tommaso: i medici hanno autorizzato il trasferimento dal reparto di rianimazione al reparto di chirurgia dell’ospedale di Ciriè.

Il giovane, che pare soffra di depressione, resta rinchiuso in una cella del carcere di Ivrea. Il Gip del tribunale di Ivrea Alessandro Scialabba ha accolto la richiesta del pubblico ministero titolare dell’inchiesta che si era opposto alla richiesta presentata dagli avvocati difensori del giovane Raffaela Orsello ed Enrico Scolari il ricovero in una struttura specializzata del loro assistito che è già seguito da uno psichiatra.

L’accusa è quella, decisamente grave, di tentato omicidio. Stando al racconto reso ai carabinieri dal giovane nell’immediatezza dell’aggressione ai danni della madre, pare che la sua violenta reazione, sia dovuta al fatto che la donna lo abbia preso in giro perché lo aveva trovato piangente in bagno.

Dov'è successo?

Leggi anche

09/07/2020

DiscoVintage: venerdì 11 in Radio e Tv il format “Planet Eart Episode One-Dv Confidential”

Si chiama “Planet Eart Episode One – Dv Confidential il format elaborato e creato dall’associazione canavesana […]

leggi tutto...

09/07/2020

Coronavirus in Piemonte: un deceduto, lieve aumento dei ricoverati in terapia intensiva e dei contagi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che alle ore 17,30 di oggi, giovedì 9 luglio […]

leggi tutto...

09/07/2020

Visite agli anziani in casa di riposo. I parenti polemizzano. La Regione: “L’epidemia non è finita”

Visite agli anziani in casa di riposo. I parenti polemizzano. La Regione: “l’epidemia non è finita”. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy