Rivarolo, la comunità canavesana abbraccia idealmente la Francia e scende in piazza

Rivarolo Canavese

/

20/11/2015

CONDIVIDI

Un centinaio di persone ha preso parte alla manifestazione di pace e solidarietà promossa dall'Amministrazione comunale

Una manifestazione silenziosa, caratterizzata dalla meditazione, dalla riflessione sui valori della pace e della tolleranza. Valori che sembrano avere assunto una dimensione più palpabile dopo i tragici atti terroristici che hanno svolto Parigi, la Francia e tutto l’Occidente. Oltre un centinaio di persone hanno preso parte alla manifestazione di pace promossa dall’Amministrazione comunale di Rivarolo e che si è svolta nella serata di mercoledì nella centralissima piazza Litisetto.

Nonostante la nebbia e il freddo novembrino che ha un po’ penalizzato la partecipazione della cittadinanza, la manifestazione aveva l’obiettivo di esprimere la solidarietà del Canavese nei confronti dei cugini francesi che in poche ore hanno vissuto una tragedia senza precedenti. In piazza sono scesi anche numerosi sindaci di altrettante città alto-canavesane. E’ indubbio che ciò che è successo Oltralpe ha suscitato un sentimento di sdegno e insieme di sgomento.

Nel corso dell’evento i partecipanti hanno deposto sulla pavimentazione della piazza decine di lumini colorati, simbolo della solidarietà e della speranza in un futuro migliore e sgombro dalla paura e dal terrore. Nel suo breve e incisivo intervento  Alberto Rostagno, sindaco di Rivarolo Canavese ha ribadito il no alla guerra e alla violenza, invitando i partecipanti a non cedere all’odio e a non fare di tutta l’erba un fascio. L’essere vicini al popolo francese deve suscitare un nuovo modo di opensare diverso alla fratellanza fra popoli: l’Europa non deve essere soltanto una comunità internazionale basta su un’idea economica ma una comunità basata sulla sussidarietà la solidarietà e la fratellanza.

Alla manifestazione era presente anche il gruppo scout di Rivarolo. Al termine del suo discorso il primo cittadino ha dato lettura di una lettera vergata dal parroco di Rivarolo che ha fatto spesso richiami a quanto detto da Papa Francesco nel corso dell’ultimo Angelus in piazza San Pietro.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/06/2018

Al castello di San Giorgio la terza edizione di Expoelette, il Forum dove le donne sono protagoniste

E’ giunta alla terza edizione il Forum Expoelette che sarà nuovamente ospitato nella suggestiva cornice dello […]

leggi tutto...

18/06/2018

Canavese: tranciati in un cantiere i cavi della “fibra” e i servizi sanitari dell’Asl T04 vanno in tilt

Oggi, lunedì 18 giugno, verso le ore 8,00, i lavori di un cantiere della Città di […]

leggi tutto...

18/06/2018

Dramma a Leinì: esce di strada per un malore e finisce con l’auto nel fossato. Muore un 68enne

Il malore, improvviso e inesorabile, lo ha stroncato mentre si trovava alla guida della propria Fiat […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy