Rivarolo, la battaglia contro l’amministrazione unisce le opposizioni. L’11 consiglio straordinario

Rivarolo Canavese

/

07/07/2017

CONDIVIDI

I tre gruppi di minoranza denunciano la mancata convocazione delle commissioni consiliari permanenti e un confronto con l'amministrazione che è ridotto al lumicino

Un consiglio comunale straordinario richiesto dai gruppi consiliari di minoranza: è quello che avrà luogo martedì 11 luglio alle 21,00 a Palazzo Lomellini e che è stato richiesto in forma congiunta dal Movimento 5 Stelle, dalla lista Riparolium e da Rivarolo Sostenibile. Il motivo? E’ legato al fatto che, a giudizio delle forze politiche di minoranza da oltre un anno la maggioranza di governo non convoca le commissioni consiliari permanenti, ovvero gli organi che sono preposti a discutere e istruire, come sostengono i firmatari della richiesta di convocazione straordinaria, gli argomenti di maggiore interesse dei cittadini rivarolesi. In una nota i capigruppo Alessandro Chiapetto, Aldo Raimondo, Martino Zucco Chinà e Marina Vittone dettagliano le motivazioni per le quali hanno deciso di chiedere la convocazione dell’assemblea consigliare: “

Da oltre un anno la maggioranza non convoca le Commissioni consiliari permanenti, preposte a discutere e ad istruire gli argomenti di maggior interesse dei cittadini rivarolesi, se non su richiesta specifica delle minoranze, richiesta che in qualche caso non è stata neppure soddisfatta. Se si escludono i Consigli comunali in cui si discutono argomenti legati al bilancio preventivo o consuntivo dell’Ente e le materie legate a varianti del Piano regolatore, in cui per Regolamento non si possono presentare interrogazioni, anche le occasioni di confronto in sede di Consiglio comunale vengono ridotte al minimo.

Pertanto i gruppi di opposizione (1/4 dei Consiglieri comunali), come previsto dal Regolamento di funzionamento del Consiglio comunale, hanno avanzato istanza al fine di ottenere un Consiglio straordinario.

Le molteplici interrogazioni presentate dai gruppi consiliari verteranno sulle materie più diverse, di cui ne citiamo alcune: la viabilità dissestata, la scarsa manutenzione del verde pubblico e dell’arredo urbano, il destino della vecchia Scuola elementare di Via Roma, lo spostamento dei locali della Biblioteca comunale alla ex Pretura, il Regolamento sul gioco d’azzardo non ancora approvato, il ruolo ricoperto dal D.e.c. (Direttore esecutivo del Capitolato) nominato dal Consorzio canavesano ambiente per il controllo dell’azienda appaltatrice Tecknoservice e del servizio di raccolta rifiuti, il servizio “A tu per tu con l’ingegnere” istituito nei locali comunali, la manutenzione delle difese spondali del torrente Orco e la manutenzione della rete irrigua minore, il progetto di pedonalizzazione del centro storico, la fruizione reale del servizio di car pooling e bike sharing istituiti per una mobilità sostenibile, l’eventuale proposta transattiva di Unicredit leasing sul contenzioso con Rivarolo futura.

Dunque un Consiglio comunale tutto dedicato ai temi di cui spesso i cittadini ci chiedono conto e che abbiamo portato alla pubblica attenzione per dar voce alle loro richieste. Invitiamo la cittadinanza a partecipare numerosa”.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

22/09/2017

Delitto Rosboch: Gabriele Defilippi condannato a 30 anni di carcere. 19 anni di reclusione per Roberto Obert

Gabriele Defilippi, 22 anni, accusato (e reo confesso) di aver ucciso l’ex insegnante di sostegno di […]

leggi tutto...

Busano

/

22/09/2017

Busano, don Ciotti visita gli stabilimenti dell’Omp Group: “Il lavoro è dignità, ma è anche libertà”

E’ stata una visita improntata sul tema delle legalità: è quella che il sacerdote don Luigi […]

leggi tutto...

Strambino

/

21/09/2017

Strambino: incidente nei pressi del Lidl. Un uomo in scooter è stato travolto e ferito da un’automobile

Serio incidente nel pomeriggio di mercoledì 20 settembre a Strambino all’ingresso del supermercato Lidl situato in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy