Rivarolo: incursione notturna alla media “Gozzano”. I ladri rubano i tablet degli insegnanti

Rivarolo Canavese

/

08/11/2017

CONDIVIDI

I malviventi hanno agito nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 novembre e hanno anche distrutto i distributori di bevande e snack

Furto e devastazione: non hanno certo usato le mezze misure mancare i ladri che nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 novembre sono penetrati all’interno della scuola nedia “Guido Gozzano” di via Le Maire a Rivarolo Canavese. L’intrusione è avvenuta nella notte e i malviventi hanno potuto agire indisturbati: dopo aver forzato una porta secondaria sono penetrati nell’atrio e hanno preso d’assalto i distributori che erogano le bevande poi, non paghi, si sono recati nella sala insegnanti e si sono impadroniti di sedici tablet che i docenti usano per registrare le presenze in aula degli studenti. Sedici classi, sedici tablet.

Quando si sono stufati di vandalizzare la scuola, che si trova nei pressi del plesso elementare “Gibellini Vallauri”, i ladri se sono andati indisturbati. Pare che nel corso dell’intrusione il sistema antifurto abbia regolarmente funzionato anche se nessuno dei residenti nel quartiere abbia pensatio di avvertire le fotze dell’ordine nonostante il fischio prolungato della sirena d’allarme

Sull’episodio stanno indagando i carabinieri della stazione di Rivarolo Canavese dopo la denuncia sporta dalla dirigenza scolastica.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

17/07/2018

Caselle: con la Compagnia aerea greca Aegean Airlines, la culla della civiltà è più vicina

E’ già operativo fino al prossimo 21 settembre il collegamento da Torino-Caselle con Atene: la Compagnia […]

leggi tutto...

Ivrea

/

17/07/2018

Canoa: gli atleti azzurri conquistano a Ivrea tre medaglie nei Mondiali Junior e Under 23

Si è appena conclusa la prima giornata degli ICF Canoe Slalom Junior & Under23 World Championships, […]

leggi tutto...

Chivasso

/

17/07/2018

Chivasso: 45enne si masturba sul pullman davanti a una ragazza. Denunciato per atti osceni

L’accusa è quella atti osceni in luogo pubblico: un italiano di 45 anni di Cavagnolo, comune […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy