Rivarolo Canavese, un bando di concorso per il recupero strutturale di via Le Maire

Rivarolo Canavese

/

14/01/2016

CONDIVIDI

E' stato un professionista torinese a prevalere su nove partecipanti. In base all'interdittiva antimafia, sarà la Prefettura a dare il via libera per la consulenza

E’ stato un professionista torinese ad essersi aggiudicato il bando di concorso, indetto dal Comune di Rivarolo Canavese e al quale hanno partecipato nove concorrenti, per verificare la fattibilità del progetto di recupero dell’area dove sorge l’edificio che per tanti anni ha ospitato le scuole elementari cittadine. In ottemperanza alle disposizioni dell’interdittiva antimafia, che è in vigore da quando il consiglio comunale rivarolese è stato sciolto dal Ministero dell’Interno, spetta alla Prefettura di Torino verificare che il professionista abbia tutte le carte in regola per poter svolgere la consulenza.

Sul recupero di via Le Maire l’Amministrazione Rostagno punta molto. L’intenzione sarebbe quella di abbattere gran parte dell’edificio esistenze, costruire un nuovo teatro ipogeo da 400 posti a sedere e dotato dei più moderni impianti tecnologici (quello costruito all’ex cotonificio Vallesusa è ritornato nella disponibilità di Unicredit Leasing), in parte interrato e in parte emergente, un parcheggio sotterraneo per ovviare alla carenza di posti auto e la realizzazione di un’area verde destinata a bambini e anziani. Un progetto ambizioso che rivaluterebbe quell’angolo di città che, con il trasferimento delle classi nella nuova e funzionale scuola elementare, è abbandonato.

“Non appena la Prefettura avrà terminato le proprie valutazioni, procederemo con il redazione del progetto di fattibilità – spiega il sindaco Alberto Rostagno -. Sarà il professionista a fornirci gli elementi necessari per valutare se il progetto è realizzabile o meno dal punto di vista idrogeologico e finanziario. Recuperare quella porzione di città sarebbe decisamente importante anche dal punto di vista della funzionalità”.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

15/12/2017

Ex dipendente dell’Olivetti scompare nel nulla da anni. La procura accusa il fratello di averlo ucciso

La procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio di Salvatore Angemi, 55 anni, di […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: dopo la grigliata dimentica un forchettone in macchina. Condannato a 1.500 euro di multa

Mille e cinquecento euro di multa: non per aver commesso violazioni al codice della strada ma […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: un guasto tecnico blocca il servizio di emodinamica. I pazienti costretti a emigrare

Il gruppo di continuità che assicura l’erogazione di energia in caso di interruzione dell’erogazione di energia […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy