Ritrovati a Settimo Torinese 250 chilogrammi di rame rubati a Leinì. Denunciati in cinque

Leinì

/

01/02/2016

CONDIVIDI

Rinvenuti 5 quintali di "oro rosso" di dubbia provenienza

E’ il rame, l’oro rosso, il business di questi ultimi anni. Un metallo che vale tanto denaro quanto pesa, altrimenti non si spiegherebbero i continui furti di rame in aziende, magazzini e lungo le linee ferroviarie. I carabinieri hanno sequestrato, l’altro ieri, all’interno di una ditta di smaltimento metalli di Settimo Torinese, 251 chilogrammi di rame che erano stati rubati il 29 gennaio scorso in un magazzino di impianti elettrici a Leinì.

Nel corso della perquisizione i militari hanno rinvenuto all’interno di un furgone due bobine di cavi di rame del peso complessivo di 500 chili. La proprietaria e i dipendenti non hanno saputo indicarne la provenienza. La donna e quattro operai sono stati denunciati.

Dov'è successo?

Leggi anche

Leinì

/

18/10/2018

Leinì: avevano una villa abusiva e rubavano energia elettrica. I carabinieri denunciano due nomadi

Era tutto abusivo: la villa, una baracca e un prefabbricato che serviva da servizio igienico. A […]

leggi tutto...

Ivrea

/

18/10/2018

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

18/10/2018

“Canavesana” più sicura: Regione e Rfi firmano il protocollo sicurezza. Lavori in tempi rapidi

Verrà firmato a breve il protocollo tra Regione Piemonte e Rfi che consentirà di dare il […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy