Regione, nominata la nuova Giunta di Alberto Cirio. Nessun canavesano tra gli assessori

Canavese

/

15/06/2019

CONDIVIDI

"Abbiamo voluto privilegiare il cambiamento, la disponibilità e l’energia, inserendo persone nuove, ma con comprovata competenza maturata attraverso studi specifici o con esperienze amministrative e imprenditoriali - ha precisato il presidente - Molti sono sindaci di piccoli Comuni, un riconoscimento a chi oggi rappresenta il primo avamposto verso le esigenze dei cittadini. A tre donne di grande valore sono state affidate alcune delle deleghe più importanti e su cui si gioca il bene futuro della nostra regione"

Il presidente della Regione, Alberto Cirio, ha firmato il 14 giugno il decreto di nomina degli assessori che comporranno la nuova Giunta regionale ed ha attribuito loro le funzioni di cui dovranno occuparsi. Un esecutivo che intende vincere la sfida delineata da Cirio: “Ricucire il rapporto fra il capoluogo e il resto del territorio e dare al Piemonte un’altra velocità, attraverso una squadra di persone nuove, ma radicate, energiche, disponibili e di esperienza”.

“Abbiamo voluto privilegiare il cambiamento, la disponibilità e l’energia, inserendo persone nuove, ma con comprovata competenza maturata attraverso studi specifici o con esperienze amministrative e imprenditoriali – ha precisato il presidente – Molti sono sindaci di piccoli Comuni, un riconoscimento a chi oggi rappresenta il primo avamposto verso le esigenze dei cittadini. A tre donne di grande valore sono state affidate alcune delle deleghe più importanti e su cui si gioca il bene futuro della nostra regione. Una Giunta che rappresenta in modo capillare le nostre province, accanto al capoluogo, Torino, presente con assessori che si occuperanno in particolare di impresa e attività produttive, perché proprio qui si è fatta più critica e forte l’emergenza lavoro”.

La nuova Giunta

Alberto Cirio: il presidente mantiene le deleghe di Coordinamento delle politiche regionali, Conferenza Stato-Regioni, Coordinamento politiche e fondi europei, Rapporto con l’Unione Europea, Autonomia, Grandi eventi, Affari internazionali, Eventi olimpici.
Fabio Carosso (Lega): Vicepresidente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali
46 anni, astigiano, imprenditore. Sindaco di Coazzolo (At) per dieci anni, presidente della Comunità collinare tra Langa e Monferrato e consigliere provinciale di Asti.
Elena Chiorino (Fratelli d’Italia): Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario
42 anni, biellese, laurea in Economia dei mercati internazionali all’Università di Milano Bicocca e madre di tre figli. È una libera professionista nel settore del marketing e della Digital Transformation. Sindaco del Comune di Ponderano (Bi) dal 2014 al 2019 e consigliere provinciale di Biella.
Marco Gabusi (Forza Italia): Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Personale e organizzazione. 39 anni, astigiano, bancario. Sindaco di Canelli (At) per dieci anni e presidente della Provincia di Asti dal 2015 al 2019.
Luigi Icardi (Lega): Sanità, Livelli essenziali di assistenza, Edilizia sanitaria 57 anni, cuneese, laurea in Gestione ed Economia delle Pubbliche Amministrazioni. Esperienza trentennale nel sistema sanitario come funzionario dell’Asl del territorio di Langhe-Roero. Da quasi dieci anni sindaco di Santo Stefano Belbo (Cn), già consigliere provinciale di Cuneo. Vicepresidente della Conferenza dei sindaci dell’Asl Cn2, presidente dell’Associazione dei 52 Comuni del Moscato d’Asti, assessore alle Attività produttive dell’Unione Montana Alta Langa, presidente della Fondazione Cesare Pavese.
Matteo Marnati (Lega): Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati. 36 anni, novarese, esperto informatico. All’età di 24 anni diventa il più giovane assessore in Italia di un capoluogo di Provincia, Novara. Già consigliere di amministrazione dell’Edisu, l’Ente regionale per il diritto allo studio universitario del Piemonte. È capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Novara.
Vittoria Poggio (Lega): Cultura, Turismo, Commercio. Classe 1952, laurea in Lettere moderne ad indirizzo linguistico. Imprenditrice nel settore orafo e commerciale, ha fondato il Gruppo Terziario Donna di Confcommercio Alessandria, di cui è presidente dal 1999. Nel 2017 ha ricevuto il Premio per l’Innovazione di Sistema nell’ambito della Conferenza nazionale di Confcommercio. Vicepresidente della Confcommercio di Alessandria dal 2015, ha svolto un’intensa attività di promozione delle politiche per il commercio delle città con particolare attenzione ai progetti di rigenerazione urbana per la riqualificazione dei centri commerciali naturali e dei centri storici cittadini. Già consigliera comunale di Alessandria.
Marco Protopapa (Lega): Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca. 54 anni, alessandrino, libero professionista. Consigliere comunale di Acqui Terme (AL). Consulente tecnico della pubblica amministrazione in materia di finanziamenti rurali e perizie per il mondo agricolo e vitivinicolo e per le piccole e medie imprese.
Fabrizio Ricca (Lega): Internazionalizzazione, Rapporti con società a partecipazione regionale, Sicurezza, Polizia locale, Immigrazione, Cooperazione decentrata internazionale, Sport, Opere post-olimpiche, Politiche giovanili. 33 anni, torinese, laurea in Scienze politiche e relazioni internazionali. Dal 2011 consigliere comunale di Torino, ha maturato un’ampia esperienza sulle periferie e la sicurezza locale.
Roberto Rosso (Fratelli d’Italia): Rapporti con il Consiglio regionale, Delegificazione e semplificazione dei percorsi amministrativi, Affari legali e Contenzioso, Emigrazione, Diritti civili.
58 anni, torinese, avvocato civilista. Una lunga esperienza in Parlamento, dove è stato deputato per cinque legislature e due volte sottosegretario. Ha contribuito a livello parlamentare alla fondazione dell’Università del Piemonte Orientale.
Andrea Tronzano (Forza Italia): Bilancio, Finanze, Programmazione economico-finanziaria, Patrimonio, Sviluppo delle attività produttive e delle piccole e medie imprese (Industria, Artigianato, Imprese cooperative, Attività estrattive) 52 anni, torinese. Esperto di comunicazione commerciale e progetti di sviluppo dell’attività aziendale. È stato consigliere comunale a Torino per dieci anni e consigliere regionale fino al 2019.  Completerà la squadra degli assessori, dal 1° luglio, Chiara Caucino (Lega): Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità. La sua nomina sarà effettuata soltanto successivamente al suo ingresso in Consiglio regionale, dove subentrerà in surroga al consigliere Mosca già eletto nel listino del presidente Cirio. 45 anni, biellese, avvocato. Già vicepresidente di Seab SpA e consigliera del Consorzio Cosrab, attivi nel settore della raccolta differenziata e del riciclo di rifiuti. Già assessore del Comune di Villanova Biellese.

La Giunta si insedierà ufficialmente lunedì 17 giugno, nel Palazzo di Piazza Castello 165, a Torino.

Leggi anche

10/12/2019

Inaugurata nell’Istituto Italiano di Cracovia la mostra “Memoria Storica e Culturale del Canavese”

Venerdì 6 dicembre 2019 nelle sale espositive dell’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia è stata inaugurata […]

leggi tutto...

10/12/2019

Rivarolo: Chiara Leone, della scuola di frazione Argentera, è la sindaca del Consiglio dei ragazzi

È una giovanissima alunna della scuola primaria della frazione Argentera la sindaca del nuovo Consiglio comunale […]

leggi tutto...

10/12/2019

Volpiano: Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e negano la cassa integrazione

Doccia fredda per i lavoratori Comital-Lamalù: i cinesi assumono metà dei dipendenti e niente cassa integrazione. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy