Processo “Rimborsopoli”: condannato l’ex consigliere regionale Roberto Tentoni. Assolto Roberto Cota

San Giusto Canavese

/

07/10/2016

CONDIVIDI

Con l'ex presidente regionale sono stati assolti anche 15 altri consiglieri. Condannati oltre al consigliere canavesano nove altri imputati

Si è concluso con la pronuncia del verdetto, il processo di primo grado denominato “Rimborsopoli”: assolto Roberto Cota, ex presidente leghista della regione Piemonte insieme ad altri quindici consiglieri imputati, condannato, invece, a una pena di 2 anni e cinque mesi di reclusione, l’ex consigliere regionale canavesano Roberto Alfredo Tentoni. Con lui sono stati condannati per le “spese pazze” compiute con i fondi destinati ai gruppi politici regionali, altri nove colleghi. Al termine dell’inchiesta giudiziaria, coordinata dalla procura di Torino, erano stati rinviati a giudizio 24 esponenti politici e una segretaria. A giudizio della procura l’ex consigliere regionale canavesano che era stato eletto nel Pdl e passato in seguito a Progett’Azione avrebbe chiesto e ottenuti 29 mila euro di rimborsi per spese personali.

Uno degli episodi contestati dai magistrati era stato l’acquisto di due telecamere di videosorveglianza per l’ufficio ma che in realtà, stando a quanto sostenuto dal pubblico ministero, sarebbero state installate nell’abitazione privata dell’imputato a San Giorgio Canavese. Con il resto delle spese contestate avrebbe ottenuto rimborsi per cene, bevande e buffet e per l’acquisto di un generatore di corrente. L’inchiesta aveva avuto inizio nel 2012 dopo un controllo effettuato dagli agenti della Guardia di Finanza.

Le indagini avevano consentito di accertare che i rimborsi , giustificati per l’attività istituzionale erano serviti per cene e acquisti di carattere personale in negozi anche griffati. L’accusa formulata ai pubblici ministeri Enrica Gabetta, Giancarlo Avenati Bassi e dal sostituto procuratore aggiunto Andrea Beconi era di peculato, truffa e finanziamento illecito ai partiti. Con Roberto Alfredo Tentoni sono stati condannati imputati appartenenti a diverse formazioni politiche tra i quali figurano Michele Giovine (3 anni e 10 mesi), Andrea Stara (3 anni e 4 mesi), Michele Formagnana (2 anni e 8 mesi), Angiolino Mastrullo (2 anni e 6 mesi), Rosanna Costa (2 anni e 1 mese), Alberto Cortopassi (2 anni e 1 mese), Daniele Cantore (1 anno e 8 mesi), Giovanni Negro (1 anno e 4 mesi) e Augusta Montaruli (4 mesi).

Dov'è successo?

Leggi anche

Bosconero

/

16/11/2018

Bosconero: sabato 24 esibizione del coro “Singtonia” nella chiesa di san Giovanni Battista

Nell’ambito della rassegna “Notti di note” promossa e organizzata dalla Filarmonica bosconerese, giunta quest’anno alla nona […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

16/11/2018

“Canavesana”, l’Agenzia nazionale per la sicurezza “boccia” il Gtt. I treni viaggeranno a 50 Km/h

Avrebbero dovuto da dicembre tornare a viaggiare alla velocità ordinaria di 70 chilometri orari, ma l’Agenzia […]

leggi tutto...

Ciriè

/

16/11/2018

Incendio dei pullman a Cirié, il sindaco Loredana Devietti: “Grazie ai carabinieri e ai pompieri”

L’italiano di 50 anni senza fissa dimora autore del rogo che ha completamente distrutto nella notte […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy