Processo “Rimborsopoli”: condannato l’ex consigliere regionale Roberto Tentoni. Assolto Roberto Cota

San Giusto Canavese

/

07/10/2016

CONDIVIDI

Con l'ex presidente regionale sono stati assolti anche 15 altri consiglieri. Condannati oltre al consigliere canavesano nove altri imputati

Si è concluso con la pronuncia del verdetto, il processo di primo grado denominato “Rimborsopoli”: assolto Roberto Cota, ex presidente leghista della regione Piemonte insieme ad altri quindici consiglieri imputati, condannato, invece, a una pena di 2 anni e cinque mesi di reclusione, l’ex consigliere regionale canavesano Roberto Alfredo Tentoni. Con lui sono stati condannati per le “spese pazze” compiute con i fondi destinati ai gruppi politici regionali, altri nove colleghi. Al termine dell’inchiesta giudiziaria, coordinata dalla procura di Torino, erano stati rinviati a giudizio 24 esponenti politici e una segretaria. A giudizio della procura l’ex consigliere regionale canavesano che era stato eletto nel Pdl e passato in seguito a Progett’Azione avrebbe chiesto e ottenuti 29 mila euro di rimborsi per spese personali.

Uno degli episodi contestati dai magistrati era stato l’acquisto di due telecamere di videosorveglianza per l’ufficio ma che in realtà, stando a quanto sostenuto dal pubblico ministero, sarebbero state installate nell’abitazione privata dell’imputato a San Giorgio Canavese. Con il resto delle spese contestate avrebbe ottenuto rimborsi per cene, bevande e buffet e per l’acquisto di un generatore di corrente. L’inchiesta aveva avuto inizio nel 2012 dopo un controllo effettuato dagli agenti della Guardia di Finanza.

Le indagini avevano consentito di accertare che i rimborsi , giustificati per l’attività istituzionale erano serviti per cene e acquisti di carattere personale in negozi anche griffati. L’accusa formulata ai pubblici ministeri Enrica Gabetta, Giancarlo Avenati Bassi e dal sostituto procuratore aggiunto Andrea Beconi era di peculato, truffa e finanziamento illecito ai partiti. Con Roberto Alfredo Tentoni sono stati condannati imputati appartenenti a diverse formazioni politiche tra i quali figurano Michele Giovine (3 anni e 10 mesi), Andrea Stara (3 anni e 4 mesi), Michele Formagnana (2 anni e 8 mesi), Angiolino Mastrullo (2 anni e 6 mesi), Rosanna Costa (2 anni e 1 mese), Alberto Cortopassi (2 anni e 1 mese), Daniele Cantore (1 anno e 8 mesi), Giovanni Negro (1 anno e 4 mesi) e Augusta Montaruli (4 mesi).

Dov'è successo?

Leggi anche

17/09/2019

Previsioni meteo: addio estate. Da mercoledì in arrivo forti temporali in Piemonte e Canavese

Queste le previsioni metereologiche di martedì 17 settembre: AL NORD Condizioni di tempo generalmente stabile al […]

leggi tutto...

16/09/2019

Ciclista di Borgaro muore mentre pedala nei campi di Ciriè. 50enne stroncato da un malore

Stava tranquillamente pedalando in sella alla sua mountain bike nelle campagne della periferia di Ciriè quando […]

leggi tutto...

16/09/2019

Valperga: all’Istituto comprensivo 3 alunni non entrano in aula. Non erano in regola con i vaccini

Prima i tre bambini di Ivrea che non hanno potuto fare il loro ingresso nella scuola […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy