Parte “l’umanizzazione degli ospedali”. Ampliato l’orario di visita ai degenti dalle 15,00 alle ore 21,00

Ivrea

/

24/06/2017

CONDIVIDI

L'iniziativa non vanifica le nuove misure adottate dall'azienda sanitaria per incrementare il livello di sicurezza nei reparti

A partire da lunedì 26 giugno l’orario di visita alle persone ricoverate negli Ospedali dell’Asl To4 sarà notevolmente ampliato: i reparti di degenza saranno aperti dalle ore 13,00 alle ore 21,00. Si realizza, così, uno degli obiettivi previsti nel Piano di Umanizzazione dei Presidi ospedalieri aziendali, deliberato dalla Direzione Generale nel dicembre scorso.

“Lo scopo – spiega Lorenzo Ardissone, direttore generale dell’Asl To4, – è quello di far percepire l’ospedale come un luogo più umanizzato e più appropriato rispetto alle esigenze di supporto e di vicinanza della persona ricoverata da parte di amici e di familiari, che costituiscono una parte integrante del processo di cura. E’ uno degli aspetti, quindi, che permette di rendere la vita del ricoverato più simile a quella familiare. Parallelamente, si consente ai visitatori di conciliare maggiormente i propri impegni con il desiderio di restare accanto ai propri cari che stanno attraversando un momento difficile”.
“L’ampliamento degli orari di visita e la sicurezza negli ospedali
– conclude Ardissonenon sono obiettivi che confliggono tra loro. Semplicemente, entrambi devono essere perseguiti, come stiamo facendo”.

E’ consentito l’accesso dalle ore 13 alle ore 21, di norma, a un solo visitatore per volta, tranne dalle 13 alle 15 e dalle 19.30 alle 21, quando è consentita la presenza di due visitatori per volta per ogni persona ricoverata. In caso di presenza contemporanea di più visitatori, occorre che gli stessi concordino la modalità di alternanza presso la persona ricoverata. Nelle Rianimazioni e nelle Unità di Terapia Intensiva Coronarica (Utic), nell’intera fascia oraria di visita (ore 13,00-21,00) è consentito l’accesso di un solo visitatore per volta. Nei Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura (Spdc) l’orario di visita è il seguente: dalle 13 alle 14.30 e dalle 19 alle 20.

Fuori dagli orari di visita, è ammessa la presenza di un parente accanto alla persona ricoverata, su precisa indicazione del personale del reparto che rilascerà apposito permesso.
I visitatori di età inferiore ai 12 anni possono entrare solo nei reparti di Ostetricia, a tutela della salute loro e delle persone ricoverate.
Il medico e il coordinatore possono interdire le visite alle persone ricoverate in particolari casi per la tutela della loro salute, dopo aver informato la persona ricoverata stessa. Nel caso, i visitatori saranno informati da apposito cartello posto sulla porta della camera. Tale divieto può essere applicato anche su specifica richiesta della persona ricoverata.

Dov'è successo?

Leggi anche

07/07/2020

Coronavirus: finora in Piemonte 4mila 107 decessi. Crescono i guariti. 5 i nuovi contagiati

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che alle 17,00 di oggi, martedì 7 luglio, i […]

leggi tutto...

07/07/2020

Chivasso: caschi, tute protettive e guanti al personale. Ecco come la Lilt ha aiutato l’ospedale

Una grande catena solidale che ha consentito di donare all’ospedale di Chivasso 9mila guanti, 600 mascherine […]

leggi tutto...

07/07/2020

Sanità: arriva l’infermiere di famiglia che affiancherà il medico di base nella cura dei pazienti

Affiancherà il medico di famiglia per assicurare una migliore assistenza sanitaria ai pazienti. È l’infermiere di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy