Nuovo ospedale a Ivrea, scendono in campo anche i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle

Ivrea

/

29/11/2018

CONDIVIDI

Il vice presidente della Commissione Sanità della Regione Piemonte ha chiesto in un ordine del giorno che sia elaborata un'analisi costi-benefici legata alla realizzazione di un nuovo e adeguato presidio perché quello attuale per l'Ires, "è in fase tardiva di vita utile"

Continua a prendere piede l’ipotesi di costruire un nuovo ospedale territoriale nell’Eporediese: su questo tema ritorna anche il Movimento 5 Stelle che chiede in un ordine del giorno firmato dal vice presidente della Commissione regionale Sanità Davide Bono che l’assessorato alla Sanità elabori un’analisi costi-benefici per realizzare un nuovo e adeguato presidio sanitario.

La proposta parte da una pressante richiesta del territorio e dai dati contenuti nel rapporto annuale Ires 2017. Nello studio infatti la struttura del nosocomio eporediese viene definita in “fase tardiva di vita utile”. E’ inoltre inserita nella “classe A” ovvero compreso tra “le strutture che risultano non idonee alle funzioni attuali ed allo stesso tempo non disponibili alla trasformazione o ad interventi di adeguamento intensivi e/o diffusi (strutture critiche e non flessibili”.

A firmare il documento sono stati anche il consigliere regionale pentastellato Giorgio Bertola e Massimo Fresc, consigliere comunale a Ivrea.

Il documento prevede l’incarico all’Ires Piemonte (Istituto Ricerche Economico Sociali) per uno studio sul nuovo ospedale dell’eporediese mirato al dimensionamento ed alla possibile localizzazione. E’ importante che nello studio si tenga conto di aspetti fondamentali come l’individuazione di un’area baricentrica al distretto di Ivrea ed a quelli limitrofi, che non comporti consumo di suolo, che sia raggiungibile con mezzi pubblici, non soggetta a rischi idrogeologici ed abbia caratteristiche da consentire l’ampliamento in caso di necessità future.

“In sostanza conviene costruirne uno nuovo piuttosto che mantenerlo. L’ospedale infatti presenta diverse ed evidenti criticità strutturali – si sottolinea nell’ordine del giorno -, che comportano anche uno scarso appeal per il personale medico che sceglie di lavorare in altri ospedali dell’Asl o in altre Asl, creando una grave carenza di organico, sopperita col ricorso a medici ‘gettonisti’ che non possono garantire continuità e qualità delle cure”.

Il Movimento 5 Stelle piemontese e canavesano non ha dubbi di sorta e mette nero su bianco che è necessario aprire adesso un ampio dibattito, sul territorio così come in Consiglio regionale, sulla necessità di realizzare il nuovo ospedale di Ivrea.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy