Omicidio Rosboch: “Ho ucciso io Gloria”. Gabriele Defilippi confessa in aula e scagiona Roberto Obert

Ivrea

/

30/06/2017

CONDIVIDI

L'imputato ha reso al giudice dichiarazioni spontanee. Si alleggerisce parzialmente la posizione dell'ex amico e amante

Si è presentato, questa mattina venerdì 30 giugno, nell’aula elle udienze preliminari del tribunale di Ivrea, accompagnato dal suo legale Giorgio Piazzese, con due paginette protocollo sul quale aveva vergato alcuni appunti verosimilmente in accordo con il suo legale: Gabriele De filippi, ha confessato di essere stato il solo esecutore materiale dell’assassinio della professoressa di Castellamonte Gloria Rosboch. In questo modo Defilippi, 22 anni, ha scagionato il suo ex amico e amante Roberto Obert, 54 anni, di Forno Canavese.

La sua posizione si aleggerisce ma rimane il fatto che l’uomo abbia pianificato e organizzato insieme a Gabriele, l’omicidio dell’insegnante, morta per aver inseguito un sogno d’amore che era, invece, una crudele truffa. Le dichiarazioni rese da Gabriele Defilippi ha creato un vero colpo di scena. “Sono io l’esecutore del delitto. Obert non centra nulla”. Le perizie di parte hanno descritto il giovane e poliedrico giovane, manipolatore dai mille volti, come capace di intendere e di volere, facendo fallire in questo ha modo il tentativo della difesa di affermare la tesi dell’infermità mentale nel tentativo di allontanare dall’imputato lo spettro dell’ergastolo.

Al termine dell’udienza il procuratore capo Giuseppe Ferrando terminerà la sua arringa formulando le richieste di condanna. In aula erano anche presenti Caterina Abbattista, madre di Gabriele e coimputata nel delitto e Roberto Obert.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/08/2019

Escursionismo: prende il via la prima, grande edizione, della “Grande Traversata delle Alpi”

C’è tempo fino al 31 ottobre 2019 per partecipare alla prima edizione di “Sguardi sulla GTA […]

leggi tutto...

16/08/2019

Venaria: l’auto prende fuoco e le fiamme lambiscono uno stabile. Terrore tra i residenti

L’auto ha preso fuoco all’improvviso e le fiamme si sono levate così alte da lambire le […]

leggi tutto...

16/08/2019

In montagna il cellulare non riceve il segnale. L’Uncem: “Se ne occupi con urgenza il Parlamento”

Centinaia di migliaia di persone che in questi giorni si trovano in montagna sanno di cosa […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy