Mazzè: erano stati chiamati per il furto di una moto, ma i carabinieri scoprono una serra di marijuana

09/02/2018

CONDIVIDI

Un quarantacinquenne residente a Caluso è stato processato per direttissima e condannato a una pena di otto mesi e a mille euro di multa

Aveva chiamato i carabinieri perchè gli era stata rubata la motocicletta (valore 7 mila euro) che aveva parcheggiato nel cortile di una cascina di sua proprietà a Mazzè, ma si era dimenticati di quelle nove piantine di marijuana e dei 229 grammmi di foglie già triturate e pronte per il confezionasmento e di 20 grammi di hashish. Una “dimenticanza” che gli è costata cara e che lo ha fatto finire in tribunale a Ivrea.

Al termine del processo un portalettere di 45 anni, residente a Caluso, è stato condannato dal giudice monocratico a una pena di otto mesi di reclusione. La droga era stata scoperta dai carabinieri nel corso di un sopralluogo effettuato in relazione alla denuncia presentata per il furto della motocicletta.

L’uomo è stato processato per direttissima. Tra l’altro gli uomini dell’Arma hanno trovato in un armadietto alcune lampade utilizzate per ricreare le condizioni climatiche nelle quali cresce la marijuana e un bilancino di precisione per il confezionamento delle dosi.

Tutto il materiale è stato sequestrato. La distrazione è costata cara al postino: era partito per denunciare un furto ed è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. A tradure l’imputato era stata il tipico odore emanato dalle piantine di marijuana. Il giudice ha anche condannato l’uomo a pagare mille euro di multa.

Dov'è successo?

Leggi anche

Caselle

/

17/01/2019

Aeroporto di Caselle: mancano all’appello 20 rotte aeree. Fly Torino: “Si rischia un’estate di crisi”

Il rischio è concreto: la prossima estate potrebbe rivelarsi come qualla più infausta degli ultimi anni […]

leggi tutto...

Ivrea

/

17/01/2019

Costrinse la figlia ad assistere ai rapporti sessuali avuti con l’amante. A processo un 57enne

Avrebbe costretto la figlia ad assistere ai rapporti sessuali consumati con l’amante: a processo è finito […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

17/01/2019

Si apre la campagna elettorale: la lista “Rivarolo Sostenibile” candida a sindaco Marina Vittone

La notizia è stata ufficializzata nella pagina social della lista civica: Marina Vittone, consigliere d’opposizione in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy