L’applauso dell’Ariston al nonno di Chiaverano che salvò i nipoti nel tragico attentato di Nizza

10/02/2017

CONDIVIDI

L'uomo, spinto dall'istinto spinse i nipoti un attimo prima che il camion assassino li travolgesse. La sua storia è approdata al Festival di Sanremo

E’ uscito dalle quinte del teatro Ariston con un’andatura leggermente claudicante Gaetano Moscato, 71 anni, il nonno di Chiaverano che salvò, spingendoli, i nipoti mentre su trovavano sulla promenade di Nizza proprio nel momento in cui il Tir assassino guidato da un terrorista stava falciando i turisti che stavano assistendo al suggestivo spettacolo pirotecnico.

Il “nonno eroe” come è stato definito ha raccontato in diretta Eurovisione, nella serata di venerdì 10 febbraio, durante il Festival della canzone italiana di Sanremo, la sua tragica e incredibile avventura, l’amputazione della gamba sinistra stritolata dalle ruote di quel camion che causò 85 morti e centinaia di feriti, gl’interventi chirurgici subiti, la lunga riabilitazione e l’applicazione di un arto artificiale. Gaetano Moscato, ex dipendenti Olivetti era accompagnato da Filippo, uno dei nipoti che ha salvato.

Dalla notte dell’attentato Gaetano Moscato fa fatica a prendere sonno. Ma è stata la sua prontezza di riflessi e l’istinto a salvare i due nipoti che, quella maledetta sera si trovavano con lui.

La conduttrice Maria Defilippi che con Carlo Conti conduce il Festival dei record, ha intervistato Gaetano Moscato e il nipote. Un momento denso di emozione, immortalato dalle telecamere della Rai, sottolineato dal caloroso applauso del pubblico presente alla serata.

Leggi anche

Chivasso

/

19/09/2017

Chivasso: ladro cerca di introdursi di sera nella casa di riposo per rubare e finisce in galera

E’ stato arrestato con l’accusa di tentato furto e resistenza dopo aver tentato di introdursi con […]

leggi tutto...

Balangero

/

19/09/2017

Balangero: beve e minaccia la vicina di casa con il fucile. Un 63enne è stato arrestato dai carabinieri

E’ stato arrestato con l’accusa di minacce aggravate e detenzione di armi clandestine e munizioni: nei […]

leggi tutto...

19/09/2017

Sanità: l’Asl To4 contatterà e rassicurerà i pazienti ai quali sono state impiantate le protesi Ceraver

Diversi professionisti si trovano agi arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria relativa a quello che è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy