La polizia stradale di Chivasso ha arrestato un corriere della droga con 90 chilogrammi di hashish

Canavese

/

26/03/2016

CONDIVIDI

L'uomo, un cittadino marocchino è finito in galera. Indaga la procura di Ivrea

E’ stato fermato, dagli agenti della polizia stradale di Chivasso, alla barriera autostradale dell’autostrada Torino-Milano nei pressi del centro abitato di Rondissone. E’ accaduto nel pomeriggio di ieri. Adil Lelil, 30 anni, cittadino marocchino residente a Rezzago in provincia di Como, è stato fermato da un posto di blocco organizzato appena prima della barriera autostradale. Nel bagagliaio della suo Suv Hyunday gli agenti hanno trovato e sequestrati 187 panetti di hashish, pronti per essere tagliati e messi in commercio per un peso complessivo di 90 chilogrammi.

L’automezzo era intestato a un connazionale. Con ogni probabilità l’uomo aveva effettuato il carico in Canavese (e su questa possibilità gl’inquirenti stanno indagando) e l’intenzione era quello di vendere la droga in Lombardia, forse per conto di quale organizzazione criminale. La procura di Ivrea è al lavoro per ricostruire movimenti e modalità di consegna della droga al corriere marocchino e per capire se l’uomo abbia già compiuto nel passato viaggi trasportando stupefacenti e per scoprire chi sono i mittenti e i destinatari del carico. Il corriere è stato arrestato e condotto in carcere a Ivrea.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/01/2018

Chivasso: raccolta di firme per impedire la chiusura dei reparti dell’ospedale a favore di Ivrea e Ciriè

E’ iniziata nella mattinata di sabato 20 gennaio una raccolta di firme riguardante la piena operatività […]

leggi tutto...

20/01/2018

Ivrea, la Lega Nord chiede che il Comune aderisca al Comitato promotore sul referendum autonomista

I consiglieri di Forza Italia, Tommaso Gilardini e Diego Borla, hanno presentato una mozione per chiedere […]

leggi tutto...

20/01/2018

Ivrea/Pavone: ritornano gl’incendi boschivi e torna la paura. Pompieri e volontari Aib al lavoro

Riprendono gl’incendi boschivi e in Canavese torna la paura: ad andare fuoco è stata una vasta […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy