Ivrea, una colletta per ricordare Marco Beltrando e sostenere la giovane moglie e il figlioletto

Ivrea

/

23/12/2015

CONDIVIDI

Gli amici si sono mobilitati e hanno diffuso in rete un commovente appello per sollecitare ulteriori adesioni. "Un modo concreto per ricordarlo"

Una raccolta di fondi per ricordare l’eporediese Marco Beltrando (per gli amici “Beltra”) e per fornire un aiuto economico alla moglie e al figlio del geologo-ricercatore dell’Università di Torino, che ha tragicamente perso la vita nel corso di un’escursione in quota. Era l’8 dicembre scorso, il giorno dedicato alla festa dell’Immacolata. Marco, grande appassionato di montagna, si era recato in escursione fino alla “Punta Rama” che divide la Val Verdassa di Frassinetto e la Valchiusella. L’incidente si è verificato ad un’altezza di 2.400 metri. Il giovane è scivolato ed è precipitato per duecento metri. Una caduta fatale. Quando i soccorsi hanno raggiunto il luogo della disgrazia, per Marco non c’era più nulla fare.

Nato a Ivrea, Marco Beltrando si era diplomato al liceo “Gramsci” di Ivrea. Per diversi anno aveva abitato in via Circonvallazione a Strambino. Poi si era laureato in geologia e cartografia. Ha lasciato la moglie Cristina e il piccolo Marcello, genitori e fratelli ancora affranti da un dolore difficile da colmare.

La raccolta fondi, lanciata dagli amici, ha trovato ospitalità sulla rete. Scrivono alcuni di loro: “E’ un modo speciale e concreto per ricordare “il Beltra” un compagno di liceo ormai 36enne geologo e ricercatore universitario scomparso tragicamente durante un’escursione in quota. Un’iniziativa per tenere vivo il suo ricordo da parte di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. I giorni e le avventure trascorse sui banchi di scuola, l’università in quanto studente prima e ricercatore poi, i compagni di sport e quelli delle uscite nel tempo libero. Oggi vogliamo esserci a sostenere la moglie Cristina e il piccolo Marcello. Ci piace vedere questa raccolta come una maratona a cui tutti possono partecipare lunga, impegnativa ma dalle grandi soddisfazioni. Un po’ come le passioni sportive e gli studi di Marco sempre solare alla scoperta della Terra in tutti i suoi aspetti e con lo sguardo puntato sempre in avanti. E’ possibile dare il proprio contributo lasciando un ricordo di Marco che un giorno Marcello sarà orgoglioso di leggere, con una donazione e aiutandoci a diffondere questa colletta”.

Per informazioni o eventuali domande è possibile contattare Emanuela Giacomini a seguente indirizzo email: emanuela.giacomini@libero.it)

Dov'è successo?

Leggi anche

28/05/2020

Coronavirus, l’ora donata dai dipendenti Nova Coop va a sostegno della Croce Rossa piemontese

Nel mese di aprile i dipendenti di Nova Coop, la cooperativa di consumatori con 64 punti […]

leggi tutto...

28/05/2020

Coronavirus in Piemonte: anche oggi numeri incoraggianti. Un solo decesso e contagi in calo

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che giovedì 28 maggio, i pazienti virologicamente guariti, cioè […]

leggi tutto...

28/05/2020

E’ arrivata in Piemonte “Amnèsia”, la super marijuana che fa perdere la memoria. Ed è allarme

Il variegato mercato delle sostanze stupefacenti non cessa di “sfornare” nuove droghe, sempre più potenti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy