Ivrea, giovane campione precipitò dalla parete. Chiesti tre rinvii a giudizio

Ivrea

/

17/12/2015

CONDIVIDI

Tito Traversa che aveva 12 anni all'epoca della morte, era caduto da un'altezza di venti metri

Si sono chiuse oggi le indagini relative alla morte del baby campione di arrampicata eporediese Tito Traversa, che all’epoca della sua morte aveva appena 12 anni. La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio il legale rappreentante della società di Torino che aveva organizzato l’arrampicata a Orpierre, località dell’Alta Provenza in Francia, l’istruttore e il rappresentante della società produttrice di un componente dell’attrezzatura.

Era il 3 luglio del 2013: Tito possedeva un talento naturale per il free-climbing e per quella ragione, dopo aver conseguito, nonostante la sua giovanissima età, importanti risultati dal punto di vista sportivo, quel maledetto 3 luglio di due anni fa, il ragazzo si trovava Oltralpe con alcuni coetanei per trascorrere una settimana dedicate all’allenamento. Quel giorno Tito Traversa aveva appena terminato di scalare la parete. Durante la fasce di discesa il ragazzo era precipitato da venti metri di altezza riportando gravi traumi fisici. Ricoverato in ospedale Tito esalò l’ultimo respire dopo tre giorni di coma.

Le indagini effettuate dalla gendarmeria francese attribuì alla presunta mancata tenuta del sistema dei moschettoni. L’inchiesta torinese aveva preso l’avvio dopo la denuncia del padre del ragazzo, Giovanni Traversa impiegato Olivetti, che aveva chiesto si facesse luce su eventuali responsabilità da parte di terzi. Sulla base delle risultanze delle indagini e delle perizie condotte dagli esperti, il pm Raffaele Guariniello ha richiesto il rinvio il giudizio per le tre persone indagate per omicidio colposo.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy