Ivrea e Canavese in lutto per la scomparsa a 92 anni di Giovanni Novo, stimato partigiano e sindacalista

13/02/2020

CONDIVIDI

Partecipò alla presa di Alba e per trent'anni fu segretario della Camera del Lavoro-Cgil di Ivrea. Il funerale sarà celebrato sabato alle 9,30 nella Chiesa di San Lorenzo a Ivrea. Fu nominato Cavaliere della Repubblica dal presidente Pertini

Aveva quasi 92 anni Giovanni Novo quando è mancato a Ivrea. Novo era conosciuto e apprezzato in città e in Canavese per essere stato un givanissimo e attivo partigiano e impegnato sindacalista nella Commissione Interna della Cgil dell’Olivetti. Un impegno che Giovanni Novo, nome di battaglia “Nino” ha svolto fino a due anni fa allo sportello della Cgil. Sempre pronto al dialogo Giovanni Novo è stato un uomo di grande esperienza e impegno sociale: qualità che ha sempre condiviso con tutti. L’Anpi Ivrea e Canavese è in lutto. Nella pagina Facebook della sezione dell’Anpi pubblica integrazione biografica fornita dal figlio Roberto: “Giovanissimo partigiano nelle Langhe e Roero, prima con gli Autonomi di Mauri e poi con le Brigate Matteotti. Compagno di Renzo Cattaneo, fucilato dai fascisti a 16 anni, dopo la sua fucilazione, la Divisione a cui apparteneva ‘Nino’, prese il nome ‘Renzo Cattaneo’.

Ha partecipato, tra l’altro, alla presa di Alba con la proclamazione della Repubblica, alla battaglia di Cisterna, alla liberazione di Torino. Finita la guerra si trasferì prima a Milano e poi a Bologna per studiare presso la Scuola ex Partigiani e Reduci. Nel 1946 insieme ad altri ex partigiani e a Pietro Nenni si trasferì per un periodo a Varsavia per la rimozione delle macerie della città, devastata dai nazisti; a coloro che parteciparono alla impresa, fu conferita, come a “Nino”, la Cittadinanza Onoraria di Varsavia.

Rientrato in Italia, nel 1948, fu nominato segretario aggiunto della Camera del Lavoro-Cgil, collaborando in quegli anni con Marisa Ombra, già vice presidente Anpi. Nel 1953 è stato trasferito ad Ivrea, ove assumerà l’incarico di Segretario della Camera del Lavoro-Cgil per circa trent’anni”.

Fu negli anni 50/60 consigliere e Capo Gruppo Socialista in Comune di Ivrea e il presidente della Repubblica Sandro Pertini gli conferì il Cavalierato della Repubblica. Il funerale sarà celebrato alle 9,30 di sabato prossimo presso la Chiesa di San Lorenzo in Ivrea.

Alle condoglianze degli Iscritti Anpi, nonché dell’Anpi provinciale di Torino e Regionale Piemonte, si sono aggiunte ora quelle del Comitato Provinciale dell’Anpi di Biella.

Leggi anche

09/04/2020

Coronavirus in Piemonte: meno ricoverati in terapia intensiva. I morti sono 70. Aumentano i guariti

Coronavirus: scende il numero dei ricoverati in terapia intensiva. I morti sono 70. Aumentano i guariti. […]

leggi tutto...

09/04/2020

I “furbetti” si fermano nelle aree di servizio per bere il caffè e si “beccano” una multa di 522 euro

Eccoli i “furbetti” del caffè. I bar delle città sono chiusi? E allora perché non andare […]

leggi tutto...

09/04/2020

Castellamonte: il dottor Angelo Testa coordinerà la fase post-emergenza Covid-19 all’Asl T04

Il dottor Angelo Testa, medico di famiglia a Castellamonte, sarà il coordinatore nominato dall’assessore regionale alla […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy