Grandine e acquazzoni non hanno arrestato lo svolgimento dell’Ingria Woodstock Festival

Ingria

/

22/06/2016

CONDIVIDI

Successo per l'evento musicale, nonostante l'inevitabile penalizzazione causata dal maltempo. Appuntamento alla prossima edizione

Le devastanti grandinate e gli acquazzoni che hanno spazzato l’Alto Canavese nella serata di venerdì, non fermato lo svolgimento delI’Ingria Woodstock festival 2016. L’evento musicale si è regolarmente svolto anche sabato sera nell’atrio coperto del padiglione gastronomico della Pro Loco: anche se in forma ridotta, il concerto dei gruppi locali emergenti non ha certo annoiato coloro che si sono avventurati a Ingria sfidando il tempo avverso. Venerdì sono saliti sul palco del Woodstock i Carmona Retusa, mentre il resto della serata è stato dedicato a varie jam session ed esibizioni del rapper e presentatore Don Cob (al secolo Emanuele Martino), molto apprezzato non solo dal pubblico ma anche dai colleghi rockettari.

Sabato è invece toccato ai Giulia’s Mother, Akira, Fanali di Scorta e Outsiders, che hanno decisamente soddisfatto tutti i gusti musicali degli appassionati, dal momento che ognuno dei gruppi si presentava con un genere musicale differente. Seppur con minore afflusso rispetto alle edizioni precedenti causa il maltempo, gli organizzatori della Pro Loco e del Comune di Ingria si sono comunque rivelati soddisfatti dell’esito della manifestazione: “Un Festival in crescita – commenta il sindaco Igor De Santis – che dallo scorso anno viene svolto in due giorni, dal momento che la lista d’attesa dei gruppi che richiedono di suonare a Ingria diventa ogni anno più lunga”.

“La soddisfazione più grande – commentano anche i consiglieri comunali Federico Bianco Levrin e Andrea Cane e il direttore artistico Simone Costa – sono stati il divertimento e l’entusiasmo dei componenti dei gruppi e del pubblico che in alcuni casi sono venuti direttamente a ringraziarci per quello che stiamo facendo per un piccolo come il nostro, che agli occhi di chi abita tra Torino e cintura viene visto quasi come un pianeta lontano curato da marziani denominati Ingriesi. Infine non possiamo far altro che rimandare l’invito al Woodstock Festival del 2017, sperando che il tempo sia più clemente, raccomandando di seguire i prossimi appuntamenti sul sito internet comunale e soprattutto sulla pagina Facebook del Comune di Ingria, che viene quotidianamente aggiornata dal nostro team di giovani amministratori”.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/08/2019

Firmato in Regione l’accordo per incentivare il ritorno degli immigrati nei Paesi d’origine

Vuole dare impulso al rimpatrio volontario assistito il progetto sperimentale contenuto in un accordo firmato il […]

leggi tutto...

20/08/2019

Ceresole, afflusso record di turisti. Il vicesindaco Mauro Durbano: “Merito di tutto il paese”

Ottimi risultati per la stagione turistica a Ceresole. Tantissime le presenze registrate e numerosi gli eventi […]

leggi tutto...

20/08/2019

Canavese: Poste Italiane investe nel decoro urbano e nei servizi destinati ai piccoli comuni

Sei nuovi Atm Postamat installati, 15 barriere architettoniche abbattute, 34 paesi interessati dal progetto “decoro urbano”, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy