Il Gran Paradiso ha un ammiratore d’eccezione: Leonardo Di Caprio, l’attore di origine italiana

Ceresole Reale

/

03/02/2019

CONDIVIDI

L'amministrazione di Ceresole Reale ha invitato il celebre protagonista del film "Titanic" a fare da testimonial all'errivo della 23° tappa del Giro d'Italia che sarà allestita, venerdì 24 maggio, nei pressi del suggestivo lago Serrù

Lo splendido panorama di Ceresole Reale e del Parco del Gran Paradiso è stato particolarmente apprezzato da un’ammiratore d’eccezione: l’attore Leonardo di Caprio, indimenticabile protagonista del film di James Cameron “Titatic” che ha, nei giorni scorsi, postato sul suo profilo Instragram un’immagine fotografica del Parco. In brevissimo tempo il post ha registrato centinaia di migliaia di likes. D’altro canto non c’è da stupirsi del fatto che il divo hollywoodiano abbia pubblicato la fotografia di un angolo di uno dei parchi più belli al mondo perchè è un convinto sostenitore della difesa dell’ambiente.

L’episodio ha inorgoglito gli amministratori del Parco, quelli comunali e i residenti nei centri abitati delle Valli. Da qui l’idea dell’amministrazione comunale di Ceresole Reale: perché non invitare il celebre attore di origine italiana, ambasciatore Onu, a fare da testimonial d’onore all’arrivo il prossimo venerdì 24 maggio, della 13° tappa del 102° Giro d’Italia al lago Serrù? Detto, fatto. L’invito è stato inoltrato e adesso si attende con comprensibile trepidazione la risposta.

L’inserimento della tappa nell’odierna edizione dell’importante competizione ciclistica ha, nei mesi scorsi, innescato roventi polemiche da parte di Legambiente che ritiene devastante la scelta di far arrivare fino al lago Serrù centinaia di atleti, sia pure in bicicletta, e migliaia di turisti e tifosi. Sia il Parco che le istituzioni hanno sempre difeso la scelta di ospitare la tappa, sostenendo che sia l’ideale manifesto della mobilità a impatto zero.

Comunque sia, è la prima volta che il Parco del Gran Paradiso ospiterà una manifestazione sportiva così rilevante che verrà trasmessa in mondovisione in 198 Paesi. Una vetrina irripetibile che mira a diffondere a livello planetario il fascino e le bellezze dell’area protetta annoverata come una delle più belle al mondo. Il post di Di Caprio su Instagram, d’altro canto, è più che indicativo.

Leggi anche

11/11/2019

Volpiano: una sala dedicata al dottor Enrico Furlini, ex medico e presidente del Consiglio comunale

Domenica 17 novembre alle 10 la sala sotto i portici del Municipio di Volpiano (piazza Vittorio […]

leggi tutto...

11/11/2019

Ivrea, in cento chiedono al sindaco che sia conferita la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre

Una petizione corredata da oltre un centinaio di firme: è quella che è stata inoltrata al […]

leggi tutto...

11/11/2019

Favria commemora i caduti in guerra. E la “penna nera” Giorgio Cortese esalta i Valori Alpini

Anche il Gruppo Alpini di Favria ha partecipato alla commemorazione del 4 novembre, Festa delle Forze […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy