Il Giro d’Italia approda in Canavese: venerdì 24 maggio si scriverà una pagina storica del ciclismo

Ceresole Reale

/

23/05/2019

CONDIVIDI

Gli atleti dovranno affrontare di buona lena i 196 chilometri che condurranno i corridori fino a Ceresole Reale-Lago Serrù per il primo arrivo in salita di questa 102ma edizione della "Corsa Rosa". Si tratta senza ombra di dubbio di salite che mettono a dura prova le gambe dei ciclisti in gara

Ormai è questione di ore e la 13ma tappa del Giro d’Italia che copre la tratta Pinerolo-Ceresole Reale, dopo una trepidante attesa diverrà realtà. Per i tanti atleti di vaglia internazionale che partecipano alla 102ma edizione della grande manifestazione ciclistica si tratterà di nffrontare uno dei percorsi più “duri” e difficoltosi. Quella di venerdì 24 maggio sarà una giornata che rimarrà negli annali della storia sportiva recente del Canavese.

Gli atleti dovranno affrontare di buona lena i 196 chilometri che condurranno i corridori fino a Ceresole Reale-Lago Serrù per il primo arrivo in salita di questa 102ma edizione della “Corsa Rosa”.
Si tratta senza ombra di dubbio di salite che mettono a dura prova le gambe degli atleti: ben 4500 metri di dislivello distribuiti per tre Gran Premi della Montagna, due dei quali di prima categoria.
Da Pinerolo si parte subito con alcuni strappi, in attesa dell’inizio, al km 40, della scalata al Colle del Lys: si tratta di quasi 15 km al 6.4% di pendenza media, con la parte finale quasi costantemente vicina al 10%.

E’ in questa fase che si comprenderà se la “fuga di giornata” avrà luogo o se i big vorranno giocarsi faccia a faccia la frazione. Lungo il percorso la prima e inedita salita è quella di Pian del Lupo, classificata come di seconda categoria ma che in realtà presenta difficoltà che richiedono un notevole impegno dato la salita è lunga ben 10 chilometri e per ben tre chilometri la pendenza arriva all’11%. L’altra insidia: è quella della discesa che precede la scalata finale verso il bacino artificiale del Lago Serrù, ai piedi del celebre Colle del Nivolet. A conti fatti delle tre asperità è certamente la più pedalabile, ma anche la più lunga, dal momento che bisognerà affrontare ben 20 km al 5.9% di media, ma che nel tratto finale arrivano spesso al 9%.

Tabella orari passaggio corsa

Rivara – Sp42 – ore 14,14; Busano – via Valperga-ore 14,17; Valperga: Sp13-ore 14,24; Cuorgnè: via Torino-ore 14,28; Cuorgnè: Pedaggio – ore 14,29; Colleretto: Centro-ore 14,37; Colleretto: Santa Elisabetta-ore 14,56; Colleretto: Pian del Lupèo-ore 15,04; Frassinetto: via Roma- ore 15,10; Pont: via Marconi- ore 15,24;  Pont: Innesto Sp460-ore 15,40; Locana: Sp460-ore 15,40; Locana: Rosone-ore 15,46; Locana: Galleria Sp460 – ore 15,47; Locana: Fornolosa-ore 15,49; Noasca: Frera Inferiore-ore 15,54; Noasca: Sp460-ore 16,04; Noasca: Strada Vecchia-ore 16,08; Ceresole Reale: Sp460-ore 16,24; Ceresole Reale: Rifugio Muzio-ore 16,31; Ceresole Reale: Lago Serrù-ore 16,50.

Leggi anche

14/11/2019

Torino: al Comando provinciale dell’Arma presentazione dello Storico Calendario dei carabinieri

Venerdì 15 novembre alle ore 11,30, una conferenza stampa per la presentazione del Calendario Storico dell’Arma […]

leggi tutto...

14/11/2019

Rivarolo: ai nastri di partenza la quinta edizione della gara sportiva “Cross del Malgrà”

Avrà luogo sabato 16 novembre alle ore 11,00 presso la sala consigliare del Comune di Rivarolo […]

leggi tutto...

14/11/2019

Vergogna a Grosso: crudeli ignoti hanno abbandonato tre cagnolini denutriti in una scatola di cartone

Un gesto vigliacco quanto inumano: ignoti hanno abbandonato tre cuccioli denutriti all’interno di una scatola di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy