Fiano: allevava in casa due cuccioli di puma. Imprenditore condannato a pagare 35mila euro

Fiano

/

08/11/2017

CONDIVIDI

La vicenda risal al 2015. L'uomo si era giustificato affermando di aver trovato i cuccioli nei pressi della sua tenuta

Aveva allevato niente di meno che due puma di origine americana nel giardino della sua tenuta “La Mandria” di Fiano: il giudice del tribunale di Ivrea Maria Claudia Colangelo ha condannato un imprenditore torinese di 34 anni a pagare 35mila di multa per detenzione di animali potenzialmente pericolosi. L’uomo fu sorpreso nel mese di aprile del 2015 a custodire in casa due cuccioli di puma, altrimenti conosciuto come il “leone americano”.

Il giudice ha parzialmente accolto la richiesta del pubblico ministero Chiara Molinari che aveva chiesto la condanna a 300mila euro di multa.

Nel corso dell’udienza l’imputato avrebbe dichiarato di aver trovato i due cuccioli di puma nei pressi della sua abitazione e li aveva presi con sé convinto di non fa nulla di male nell’allevarli.

Una spiegazione che non ha affatto convinto il giudice che lo ha condannato.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/09/2019

Rivarolo Canavese: coinvolti in un incidente stradale una ciclista e un “centauro”. Non sono gravi

Due feriti, per fortuna non gravi: è il bilancio di un incidente stradale nel quale sono […]

leggi tutto...

21/09/2019

Venaria: arrestato un pusher che spacciava il “Krokodril”, la droga che provoca cancrene mortali

Si chiama “Krokodil” l’ultima, devastante droga, apparsa sul mercato internazionale. Si ricava dalla codeina e viene […]

leggi tutto...

21/09/2019

Lanzo: perde il controllo dell’auto e sfonda la recinzione della Torino-Ceres. Traffico bloccato per due ore

Dopo aver perso, per cause ancora in via di accertamento il controllo della Toyota Yaris che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy